Alcuni consigli per evitare di stare troppo tempo seduti al lavoro

Alcuni consigli per evitare di stare troppo tempo seduti al lavoro

Non ce ne accorgiamo perché ci sembra qualcosa di estremamente naturale, ma in realtà è l’opposto: stare troppo tempo seduti fa male, molto male al nostro corpo

Chi lavora in un ufficio, per esempio, non trascorre soltanto le otto ore lavorative al giorno seduto alla scrivania, ma spesso anche quelle di relax quando torna a casa.

Il dottor David Conroy, professore di kinesiologia alla Penn State ,ha rivelato che “molti di noi passano circa otto ore al giorno seduti, escluso il tempo che trascorriamo dormendo e i rischi per la nostra salute sono molti anche se a fine giornata andiamo a fare ginnastica“. Questo perché il nostro corpo non è programmato per stare seduto così tanto tempo.

Stando seduti i muscoli bruciano meno grassi, il sangue circola più lentamente, i piedi si gonfiano, il nostro corpo perde tonicità, la nostra schiena si curva.

Soltanto lo stare fermo in piedi permette di bruciare in media 50 calorie in più. Apparentemente non sembra essere un dato rilevante, ma se sommato per tutti i giorni dell’anno, i numeri diventano impressionanti: in posizione eretta si bruciano 30mila calorie in più, qualcosa come 10 maratone.

Ma stare seduti purtroppo è un’abitudine e come tutte le abitudini è difficile cambiarla. Eppure ci sono dei piccoli accorgimenti che alla lunga possono fare la differenza, anche se se sembrano minimi.

Il professore Conroy e i suoi colleghi consigliano innanzitutto di prendersi sempre una pausa di 5 minuti tra un’ora e l’altra di lavoro. Il modo migliore per impiegarla è camminare per la stanza o per il corridoio.

Per il resto dell’ora sedentaria si possono ad esempio decidere alcune precise operazioni da svolgere in piedi: ogni volta che si riceve una telefonata, oppure quando si legge una relazione. Utilissimo anche fare le pause in piedi durante le riunioni. In questo modo si crea uno “stacco” che aiuta la mente a liberarsi e ad essere più concentrata.

Una volta che hai preso dimestichezza con questi piccoli cambiamenti, puoi provare lo step successivo. Lavorare in piedi, alzando il monitor del computer all’altezza giusta e poggiando la tastiera in modo comodo.

Sembra banale ma in realtà bisogna procedere con calma, per riuscire a resistere anche solo un’ora bisogna prima provare con venti minuti e poi riposarsi. La schiena così si riabitua gradualmente alla postura che gli è consona. Per facilitare il lavoro sarebbe meglio indossare scarpe comode e non tacchi che rischiano invece di fare molto peggio.

Immagine via Flickr