I

I "rumori" che ti aiutano a dormire meglio

Trovare uno stratagemma per addormentarsi è una questione piuttosto personale. C’è chi ripete la stessa routine, usa metodi mnemonici o legge un libro. Ma, a quanto pare, sempre più gente usa l’app White Noise.

White Noise è un’applicazione gratuita, con opzionali a pagamento, che ti permette di ascoltare una vastità di tracce musicali piene di rumori rilassanti provenienti dal mondo che ci circonda.

Il suo successo è stato suggellato da “Box Fan Sound,” una traccia musicale di ben 10 minuti, che su Spotify ha raggiunto oltre mezzo milione di riproduzioni. Nel panorama della musica possono sembrare poche, ma è un accadimento molto particolare se si pensa che consiste nella riproduzione in successione di rumori prodotti da un ventilatore, il suono della pioggia su un tetto, un aeroplano e così via.

Ma, a quanto pare, è tutto ciò di cui molta gente ha bisogno per rilassarsi, a partire dal creatore dell’app Todd Moore. In un’intervista al The California Sunday Magazine, ha spiegato di aver realizzato l’applicazione solo per questioni di comodità perché—dato che il suono del ventilatore è la cosa che più lo rilassa—non voleva accenderlo in inverno e sprecare energia elettrica. Poi, però, l’app, pensata principalmente per scopi personali, ha avuto un successo inaspettato.

Dai dati di White Noise, inoltre, si è scoperto anche che i gusti per i suoni che ci circondano variano a seconda della zona di provenienza. Per esempio, i “rumori rilassanti” preferiti nella ventosa Arizona sono i suoni prodotti dal vento durante una tempesta di sabbia mentre in California tutto ciò che riguarda l’oceano.

Ma cosa significa White Noise? Secondo la definizione canonica, “il rumore bianco è un particolare tipo di rumore caratterizzato dall’assenza di periodicità nel tempo e da ampiezza costante su tutto lo spettro di frequenze”. Qualcosa che, insomma, non abbia picchi eccessivi che destano l’attenzione uditiva e che restano in sordina, mentre abbiamo la possibilità di rilassarci. Maggiori info sulla app le trovi qui.

Immagine via Flickr