Arthur Benjamin, il mago della matematica

Arthur Benjamin, il mago della matematica

La matematica e la magia non sono due discipline così distanti come potresti credere. Spesso dietro un trucco c’è un calcolo numerico.

E inventare teoremi non è poi così diverso dall’inventare un gioco di magia.

Quando le due attività si combinano si parla infatti di “matemagia“.

Non sono tanti i matemaghi nel mondo: il requisito necessario è essere dotati di una mente fuori dall’ordinario. E Arthur Benjamin ce l’ha.

Arthur fin da piccolo si è appassionato alla magia.

Ha cercato a lungo un modo di combinarla all’altra sua grande passione, la matematica. Durante il college, in una conferenza sul tema, incontrò il famoso mago James Randi. Arthur gli fece vedere cosa era in grado di fare e James gli consigliò di cominciare subito a preparare uno spettacolo tutto suo.

Oggi Arthur, quando non insegna matematica al college, si esibisce nelle scuole e nelle università di tutta America.

In questo video di TED, il matemago mostra la sua abilità nel calcolare a mente, senza calcolatrice, il quadrato di numeri a 2, a 3 e a 4 cifre.

La sua destrezza è incredibile: riesce a trovare la soluzione prima ancora che il pubblico in sala abbia finito di digitare sulla calcolatrice.

Per capire di cosa è capace ti basti sapere che uno dei risultati di questi quadrati calcolati a mente è 95.218.564.

Dopo i calcoli intrattiene il pubblico indovinando il giorno preciso della settimana di date di nascita chieste a caso in platea.

Poi è il momento del gran finale. Calcolare a mente un quadrato di 5 cifre, abilità che alcune calcolatrici non hanno.

Ma la cosa più bella di questo numero è che il trucco viene svelato. “Lo so che un mago non dovrebbe farlo”, confessa Arthur, “ma la cosa non mi preoccupa”.

Invece di fare il calcolo a mente, lo fa ad alta voce così che il pubblico possa sentire il suo ragionamento.

Immagine via Flickr