Cosa mangiare dopo la palestra

Cosa mangiare dopo la palestra

Dopo la palestra vorresti mangiarti il mondo. Te lo meriti, ma così rischi di aver fatto uno sforzo inutile.

Per questo la scelta del pasto dopo l’allenamento è un momento cruciale. Altrimenti che le abbiamo bruciate a fare così tante calorie?

Chiaramente la scelta dello spuntino giusto dipende da tantissimi fattori: dall’intensità e dalla durata degli allenamenti, dalla frequenza delle sessioni, dai gusti personali a tavola e più in generale dalle necessità nutrizionali soggettive.

Ci sono sicuramente alcune costanti alimentari che si possono suggerire. Ma prima di tutto cominciamo a sfatare un mito: non mangiare niente dopo l’allenamento fa male.

Stare completamente a digiuno dopo un grande sforzo fisico non ti aiuta né a perdere peso né a tonificarti. Molto più utile è invece scegliere bene quale sarà il tuo spuntino.

Subito dopo l’allenamento per una merenda a prevalenza glucidica e proteica sono consigliati succhi di frutta, patate lesse, fette biscottate e riso bianco.

A un paio d’ore di distanza puoi anche permetterti un secondo spuntino a base di tonno e affettato magro e poco salato.

Consigliata anche l’assunzione di yogurt, o in alternativa di un piccolo pezzo di grana, non più di 25 grammi. Attenzione però con i formaggi: questi sono gli unici che possiamo permetterci, gli altri, grassi, sono da evitare.

Il pane mangiato da solo non basta, ma deve essere accompagnato da una fonte proteica. Essendo un amido si trasforma rapidamente in zucchero, per questo è molto meglio spalmarci sopra della marmellata o in alternativa del miele.

La frutta e la verdura di stagione sono ovviamente consigliatissime. Le banane, preferibilmente mature, aiutano ad alleviare i dolori muscolari. Per ricostruire i livelli di potassio, molto meglio una di queste o della frutta secca.

Anche i mirtilli aiutano gli sportivi, utili per il recupero di energia dopo un’intensa seduta grazie agli antiossidanti.

Oltre alla frutta e verdura va bene anche il pesce, non solo tonno, ma anche il salmone. Questo infatti è particolarmente indicato sia prima che dopo l’allenamento: prima aumenta la prestazione sportiva e dopo disinfiamma i muscoli.

Oltre al cibo ovviamente come dimenticare il famoso motto: “bere tanto”, ma non soltanto acqua, anche tè verde e tisane vanno bene.

Già che ci siamo ricordiamo anche gli alimenti da evitare: oltre alle solite bevande gassate, ipercaloriche (lo zucchero che contengono rallenta il metabolismo) e i cibi grassi, meglio lasciare a casa le verdure crude.

Sì, hai capito bene. Quelle sono utili durante la dieta, ma in una palestra, senza un’integrazione proteica, l’insalata non è la benvenuta.