Grano saraceno, amaranto, quinoa: alcuni tipi di pasta diversi dal solito

Grano saraceno, amaranto, quinoa: alcuni tipi di pasta diversi dal solito

La pasta è un vero e proprio simbolo dell’Italia: spaghetti, pennette, maccheroni, linguine, orecchiette, ogni regione italiana ha le sue tipologie. In tutto il mondo siamo conosciuti per i nostri primi piatti, ma nonostante la grande cultura a riguardo neanche noi siamo pienamente coscienti di quante varianti di impasto esistano.

Ci sono infatti tantissime tipologie di pasta, non sempre realizzate con farina di grano duro. Quella tradizionale è la più usata perché il suo sapore neutro la rende adatta a tutti i tipi di ricette, ma la sua digeribilità non è veloce, e soprattutto è inadatta ai celiaci.

Di tipologie di pasta ne esistono oltre 15 tipologie—dalla pasta di ceci, a quella di avena, a quella di miglio, fino alla pasta di segale. Abbiamo deciso di indicartene cinque, fra le più nutrienti e sane.

Grano saraceno

Erroneamente si tende a considerare il grano saraceno come una graminacea, mentre invece fa parte della famiglia delle polygonaceae, come il rabarbaro. Questo impasto è ricco di vitamine, di sali minerali, e anche di aminoacidi, che solitamente sono scarsi nei cereali. Non contiene, invece, il glutine, e quindi è adatto anche ai celiaci. La digeribilità, inoltre, è ottima. L’unica controindicazione riguarda il fatto che statisticamente il grano saraceno presenta un’incidenza di allergie più alta rispetta ad altre tipologie.

Quinoa

Oltre ad avere un sapore molto particolare che si sposa con ogni tipo di sugo, un’alta digeribilità, e a essere più veloce da cuocere rispetto ad altre tipologie, l’impasto di quinoa contiene anche molte proteine. Adattissimo ai celiaci, è anche ottimo per chi cerca di assumere più fibre.

Amaranto

Ricco di calcio, magnesio e ferro, questo impasto è uno dei più digeribili: viene infatti consigliato a chi si sta riprendendo da disturbi gastrointestinali. Completamente privo di glutine, l’impasto di amaranto è anche estremamente nutriente, con 321 kcal ogni 100 grammi.

Grano khorasan

Spesso nota come pasta di Kamut, in realtà questo nome indica semplicemente l’azienda che la produce. Il grano rosso khorasan è uno dei più rari al mondo, perché non è mai stato ibridato, e oggi viene prodotto soprattutto negli Stati Uniti e in Canada. Non è adatta ai celiaci, ma la sua digeribilità è fra le più alte ed è ricchissima di sali minerali e vitamine. Ha un sapore simile a quello della nocciola, anche se più tenue, ed è adatta soprattutto a ricette saporite.

Mais

È una delle prime scelte dei celiaci, perché si trova molto facilmente. Ha una consistenza leggermente più corposa rispetto a quella di grano duro, e il suo sapore è piuttosto caratteristico e quindi va bilanciato con dei sughi saporiti se si è abituati alla pasta tradizionale. La digeribilità è fra le più alte, anche se i suoi valori non sono eccelsi come quelle di altre tipologie.

Immagini: Copertina