Come essere felici allenando la mente

Come essere felici allenando la mente

“La felicità non è avere quello che si desidera, ma desiderare quello che si ha” diceva Oscar Wilde e allora cosa serve per essere felici?
Basta concentrarsi sulla propria esistenza senza cercare l’impossibile.

Un articolo apparso sul Time riporta un perfetto ragionamento passando dalla concretizzazione della negatività sino ad arrivare ai pensieri felici.
Tutto dipenderebbe dalle nostre attitudini. Come riportato nel libro “Positive Psychology: The Science of Happiness” le persone più infelici e tendenti alla depressione sono i contabili e gli avvocati, quelli che nel loro lavoro cercano gli errori.

In effetti, un contabile che passa tutto il giorno a cercare errori per rendere felice il proprio cliente e ottenere un risultato, continuerà nella sua vita personale a seguire questa attitudine: cercare sempre il marcio magari in un’azione compiuta dal figlio, dalla moglie tendendo a correggere gli errori.
Stessa cosa succede con gli avvocati che in America rappresentano la classe lavorativa con il più alto livello di depressione: quando tornando a casa continuano a cercare il lato negativo anche nelle cose futili. Se questa teoria avesse un riscontro concreto, allora anche i correttori di bozze o gli operai che selezionano gli elementi e gli imballaggi prodotti male, dovrebbero soffrire di tristezza? Ma come essere felici? Esiste davvero un metodo efficace?

Nell’articolo si sostiene dunque che allenando la mente a pensieri positivi è possibile essere raggiungere la felicità.

Ecco tre esercizi proposti:

– elencare tre cose di cui essere grati ogni giorno;
giudizio retrospettivo: cogliere sempre il lato positivo nelle cose negative passate
aspettarsi che le cose vadano meglio. L’ottimismo fa bene alla felicità.

Noi aggiungeremmo anche:

– passare del tempo con persone positive;
– conoscere gente nuova che non abbia pregiudizi su di te;
– costruire una forte rete sociale per cambiare spesso modo di concepire la propria felicità fuori casa

Hai cominciato a essere felice?