Come riconoscere un pessimo ristorante

Come riconoscere un pessimo ristorante

Scegliere il ristorante in cui cenare, specialmente se si è in vacanza, non è semplice. Finire in un locale che all’apparenza può sembrare di qualità ma che poi si rivela essere una delusione è molto facile e in generale una pessima esperienza: specie se, nonostante tutto, il conto si rivela salato.

Un menù dai prezzi alti, infatti, non è sempre sinonimo di ottimo servizio e buon cibo. Quindi, per evitare ristoranti acchiappa-turisti e locali insipidi, abbiamo pensato di darti qualche consiglio per riconoscere subito i pessimi ristoranti.

Occhio ai particolari

Se quando ti siedi a tavola noti che la tovaglia è anche solo leggermente lisa, che le saliere e le pepiere sono intasate e opache, o che i contenitori delle salse hanno il coperchio sporco, probabilmente sei capitato in un ristorante in cui si fanno le cose approssimativamente. E il rischio che anche il cibo non sia gradevole è alto.

La gente del luogo non frequenta il ristorante

Consiglio semplice ma mai banale: se ti accorgi che il ristorante ha come clienti esclusivamente turisti, pensaci bene.

Controlla la lista degli alcolici

cocktail

Può sembrare un dettaglio superfluo, ma soprattutto nei ristoranti molto costosi il rapporto qualità prezzo si nota nella varietà degli alcolici. Se leggi innumerevoli cocktail che contengono troppi nomi di frutta, significa che il locale non ha un barman all’altezza o che la differenziazione degli alcolici non è sufficiente.

Valuta la lunghezza del menù

Se il menù è troppo lungo (sopra le cinque pagine) e propone per la maggior parte piatti con ingredienti surgelati, probabilmente la politica del ristorante è quella di puntare sull’abbondanza e l’ampia scelta ma non sulla qualità. E questo significa che quasi sicuramente ogni piatto sarà anonimo e senza alcun tipo di impronta personale da parte del cuoco. Fai particolare attenzione anche al modo in cui sono descritti i piatti: se la didascalia è piena di aggettivi, non è un buon segno.

Osserva il comportamento del cameriere

came

Un cameriere troppo invadente che cerca insistentemente di consigliarti cosa mangiare e che chiede continuamente come sta procedendo la cena non è solo una seccatura: ma un vero e proprio segno rivelatore del tipo di ristorante in cui sei capitato. L’eccessivo zelo nei consigli può benissimo nascondere l’intento di indirizzarti verso certi piatti, perché gli altri non sono disponibili oppure non sono buoni.

Un cameriere che si fida della propria cucina e del proprio cuoco ti fornirà indicazioni solo ed esclusivamente quando glielo chiederai, e tenderà a ritenere scontato che tutto stia andando per il meglio.

La carta dei dolci è banale

Un altro segno di scarsa attenzione verso la clientela e della volontà di ottimizzare al massimo i profitti con il minimo sforzo è l’offerta dei dolci. Se i dessert disponibili sono gli stessi che puoi trovare in qualsiasi altro ristorante, senza nemmeno una o due opzioni speciali della casa, probabilmente anche il resto del cibo mancherà di fantasia.

Immagini via Flickr | Copertina |  Cocktail | Cameriere |