Quando correre anche se non ti senti al massimo della forma

Quando correre anche se non ti senti al massimo della forma

Per gli amanti del running, che hanno avuto modo di innamorarsi col tempo di questo faticoso ma bellissimo sport, l’inverno è il periodo peggiore per praticarlo: spesso i malanni di stagione obbligano a prendersi delle pause.

E non c’è niente di peggio, per chi è appassionato di running, che non potersi allenare: sono proprio la costanza e la resistenza che fanno la differenza in questa disciplina. Molti decidono di uscire e correre anche con febbre e raffreddore, rischiando spesso di aggravare la propria condizione. Ma come è possibile capire se il proprio stato di forma è sufficiente per allenarsi senza peggiorarlo?

David Nieman, direttore dello Human Performance Laboratory alla Appalachian State University, ha inventato quella che viene definita la “regola del collo“. E che riesce ad indicare in modo semplice quando è il caso di rimanere in casa con un tè caldo, o quando allenarsi è possibile.

Secondo questo metodo, tutti i sintomi che interessano il corpo al di sotto del collo necessitano di un po’ di riposo: tosse, dolori articolari, bronchite ecc ecc. Mentre i sintomi al di sopra del collo, come ad esempio naso che cola, catarri, e raffreddore, consentono di potersi allenare.

La regola del collo è stata messa alla prova da Tom Weidner, direttore del dipartimento di ricerca sull’allenamento per l’atletica alla Ball State University, che ha inoculato il virus del raffreddore in 60 dei corridori che stava monitorando, dividendoli in due gruppi di 30 elementi.

Dopo avere constatato che la sintomatologia era presente in tutti i soggetti, Weidner ha spinto un gruppo a continuare con il normale allenamento settimanale, mentre ha tenuto a riposo l’altro. Alla fine dell’esperimento, il primo gruppo non mostrava alcun peggioramento rispetto ai soggetti che erano rimasti a riposo, e si stava ristabilendo negli stessi tempi.

Altro discorso, invece, riguarda la febbre: se supera i 37 gradi, rimani in casa. Se il termometro però rimane al di sotto di quella soglia, e i tuoi sintomi rispettano la regola del collo, puoi uscire liberamente a correre.

Immagini: Copertina