Cosa succede al nostro corpo quando mangiamo troppo zucchero

Cosa succede al nostro corpo quando mangiamo troppo zucchero

Mettiamo subito in chiaro una cosa: lo zucchero naturale, contenuto nella frutta o nella verdura, non è dannoso. È quello raffinato che deve farci tenere gli occhi aperti. Abbiamo già parlato dei cosiddetti zuccheri aggiunti, che si possono trovare in molti cibi che neanche sospettiamo. Per questo motivo dobbiamo stare attenti alle dosi quotidiane e alle etichette dei prodotti.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità un adulto non dovrebbe consumare più di 50 grammi di zucchero al giorno, anche se molti dottori consigliano di tenersi ben al di sotto di questa soglia.

Le conseguenze di un abuso di zucchero sono anche psicologiche. Secondo una ricerca della UCLA esagerare con il consumo di zucchero sarebbe anche in grado di abbassare il nostro livello di QI. Rallenterebbe, oltre al funzionamento del nostro cervello, anche la memoria e diminuirebbe le nostre capacità di apprendimento.

Nel cervello, lo zucchero ha un fortissimo impatto sui centri di ricompensa. Quando ingeriamo cibi molto zuccherosi una massiccia quantità di dopamina viene rilasciata in una zona precisa del cervello chiamata Nucleo Accumbens. I ricettori cominciano allora a funzionare in maniera sbagliata. Più ne mangiamo più abbiamo bisogno di quantità maggiori per ottenere lo stesso livello di ricompensa. È una vera e propria dipendenza. Tra le patologie più pericolose c’è la depressione.

Ma anche fisicamente il corpo accusa lo zucchero. Questo può infiammare i rivestimenti delle arterie, o far accelerare il processo di invecchiamento della pelle portando alla formazione di rughe. Una dieta ricca di zuccheri può pompare dentro i vasi sanguigni citochine infiammatorie che aggravano l’artrosi.

Insomma l’avrai capito, lo zucchero non è per niente innocente. Per una corretta alimentazione e una buona salute bastano però prevenzione e un poco di accortezza ogni giorno per fare la differenza.

Immagine via Flickr