Il primo paio di cuffie wireless a conduzione ossea

Il primo paio di cuffie wireless a conduzione ossea

Per godere al massimo la musica, un ottimo paio di cuffie è fondamentale. Ma per quanto si possa rinnovare, il mercato degli auricolari è limitato dal rigore funzionale. E così va a finire che tutte le cuffie si assomigliano. Ma grazie alle recenti scoperte tecnologiche qualcosa di nuova sta arrivando per rivoluzionare l’acustica: le cuffie a conduzione ossea.

Non ti far spaventare dal nome. Quando parliamo di conduzione ossea parliamo di qualcosa che conosciamo tutti molto bene. Ti è mai capitato di ascoltare la tua voce registrata e non riconoscerla? Questo perché percepisci la tua voce più bassa e intensa grazie alle tue ossa, che come una cassa acustica rimbombano il suono. Per questo la nostra voce registrata quando non proprio diversa ci sembra più alta.

Queste cuffie a conduzione ossea si applicano tra le tempie e la guance. Attraverso un trasduttore elettromeccanico i segnali elettrici si convertono in vibrazioni meccaniche che trasmettono il suono all’orecchio interno attraverso le ossa.

Queste cuffie hanno il vantaggio di bloccare i suoni esterni, mantenere la chiarezza del suono in ambienti rumorosi e lasciare il tuo orecchio libero non causando infiammazioni al padiglione auricolare.

Lo Studio Banana Things ha progettato le Batband, le prime cuffie a conduzione ossea wireless. La campagna su Kickstarter ha già superato ampiamente il suo obiettivo ed è stata chiusa. Tra poco verranno messe in commercio.

Il loro utilizzo è molto semplice, una volta applicate intorno alla nuca bisogna azionare la modalità bluetooth del cellulare. L’orecchio libero ti permette di interagire con personeascoltare musica mentre si lavora ecc. Batband ha un dispositivo estremamente immediato per cambiare traccia e per alzare o abbassare il volume delle cuffie. Non solo ti permetteranno di ascoltare la musica in modo completamente diverso ma potranno essere usate anche per le chiamate.

Immagine via Kickstarter