Dieta del riso, snellisce la pancia e disintossica l'organismo

Dieta del riso, snellisce la pancia e disintossica l'organismo

Il riso è considerato da sempre un alimento completo per la nostra alimentazione, lo sanno bene i popoli orientali, immancabile sulle loro tavole, ma anche nella dieta mediterranea mantiene un ruolo importante. Grazie al suo contenuto ipocalorico, viene spesso associato alla volontà di tenersi leggeri e al mangiar sano. Infatti, è composto prevalentemente da carboidrati, la maggior parte delle proteine viene persa durante il processo di lavorazione, ma la sua forza sono i micronutrienti: vitamine, in particolare quelle del gruppo B, e sali minerali (potassio, fosforo, calcio).

La dieta del riso, come si intuisce dal nome, è un piano alimentare basato prevalentemente sull’assunzione del riso e di pochi altri alimenti. I motivi?

  • Ha un potere saziante maggiore rispetto alla pasta, assorbendo molta acqua durante la cottura si gonfia ed essendo un carboidrato complesso ha una digestione più lunga.
  • Ha potere purificante e stimola la diuresi, grazia alle presenza di potassio associata allo scarso contenuto di sodio.
  • Contiene fibre e queste stimolano il transito intestinale, per questo motivo, la dieta del riso è associata all’addome piatto, perché è uno di quegli alimenti che non gonfia soprattutto chi ha l’intestino lento o è predisposto.

In generale, ci sono due tipi di dieta del riso, una più drastica (che prevede l’assunzione di riso per 9 giorni) e l’altra leggermente più bilanciata. Ovviamente in qualsiasi caso è meglio, prima di iniziare, consultare un medico o un nutrizionista.

Dieta restrittiva. Prevede tre fasi, in ogni fase è possibile mangiare un solo tipo di alimento per tre giorni, ad esempio: nella fase 1 si mangia solo riso condito al massimo con un cucchiaino di olio, o gallette di riso o altri prodotti a base di riso light; nella fase 2 si mangia solo pollo, senza pelle, cotto alla griglia o al forno, senza condimenti; nella fase 3 si mangiano solo mele, cotte o crude, senza limiti di quantità. Abolito anche lo zucchero nel tè e nel caffé. In questo modo è possibile perdere anche 5 kg in 9 giorni, ma non è proponibile come regime alimentare tout court.

dieta riso

Dieta meno drastica. Prevede due fasi: nella prima, detta di disintossicazione, è possibile mangiare riso e frutta con un regime calorico medio giornaliero di 800-900 calorie. In questa fase, che non deve superare le due settimane di durata, si ha un calo di peso significativo dovuto proprio all’eliminazione di liquidi in eccesso e tossine. Nella seconda fase, che può durare più a lungo anche perché decisamente più bilanciata, vengono introdotti gradualmente altri alimenti come: pesce, carni magre, ortaggi, formaggi non stagionati, ovviamente è consigliato cucinare gli alimenti alla griglia o al vapore, per mantenerne inalterate le proprietà e non appesantirli.

FUNZIONA? – La dieta del riso predispone sicuramente ad una perdita di peso e, se associata ad attività fisica, crea anche le condizioni ideali per un ritrovata forma soprattutto nella zona dell’addome e dei fianchi. Vista la specificità dell’alimento utilizzato, questa dieta non può considerarsi un regime alimentare, pertanto è da considerare come preparatoria ad un cambiamento più strutturato e sano delle proprie abitudini alimentari. Il rischio nel seguire un regime così drastico è perdere solo liquidi e poco grasso, offrendoci così solo un’illusoria e aleatoria soluzione ai nostri problemi di peso.