Ecco come percepiamo una grande città quando siamo preda dell'ansia

Ecco come percepiamo una grande città quando siamo preda dell'ansia

Le persone che vivono in una città molto caotica, come Roma, Milano, Parigi o Londra sanno benissimo come ogni strada, ogni fermata della metro e ogni piazza possa essere asfissiante e piena di persone in certi momenti della giornata. Ma se anche tu hai provato questa esperienza saprai benissimo che spesso, a secondo del nostro umore, la calca di persone può essere opprimente o indifferente.

Se non siamo in preda all’ansia, passeggiare in compagnia dei nostri amici rende intime anche le piazze più trafficate. Mentre quando siamo in uno stato di tensione, presi dagli impegni e dal caos il mondo che ci ruota intorno scompare, per quanto siamo presi da noi stessi.

Il regista francese Mathieu Stern ha deciso di rendere queste impressioni in un corto che ha girato a Parigi, intitolato Alone in Paris: nel video possiamo vedere una ragazza che si aggira in totale solitudine per le strade di Parigi, perdendosi tra edificipiazze e strade deserte.

L’atmosfera, anche per chi non ha mai visitato la città, è piuttosto strana: musei come il Louvre e le piazze più importanti della città sono completamente vuote. Parlando di come ha ideato questo progetto Stern ha dichiarato: “Essere soli in una grande città è qualcosa di raro, e mi sono chiesto cosa accadrebbe se fosse possibile visitare una versione completamente vuota di Parigi. Tutti noi conosciamo la frase ‘a volte quando ti manca una persona tutto il mondo si svuota’, così ho voluto mostrare esattamente come ci si sente”.

Il video ha un risvolto più intimo, legato al fatto che spesso sono le nostre emozioni e i nostri legami affettivi a farci percepire lo spazio e le persone in modo diverso.

Immagini: Copertina