Ecco perché non puoi fare a meno del formaggio

Ecco perché non puoi fare a meno del formaggio

Quando pensi al tuo piatto preferito credi che sia soltanto una questione di gusto? In parte è così, ma in parte si tratterebbe di qualcos’altro. 

A scoprirlo è stata una recente ricerca condotta dall’Università del Michigan su tutti quei prodotti alimentari “irresistibili” per il nostro cervello. Questo studio ha scoperto, in particolare, che quando mangi il formaggio sono coinvolte le stesse parti del cervello che generalmente si attivano quando si fa uso di sostanze stupefacenti.

Il motivo sarebbe la caseina. Questa, che si può trovare in molti prodotti che si consumano quotidianamente, interagisce con i recettori oppioidi che sono collegati al controllo del dolore, della ricompensa e della dipendenza.

I ricercatori dell’Università del Michigan prima di trovare l’elemento-chiave di questa forma di dipendenza alimentare hanno eseguito una serie di test. Ad alcuni studenti è stato chiesto quale fosse il loro cibo preferito e molti di loro hanno risposto la pizza (dove è presente in quantità variabile il formaggio). Più in generale i ricercatori hanno scoperto che gli alimenti in grado di generare maggiore dipendenza sono quelli ricchi di grassi e più difficili da digerire.

“La caseina durante la digestione viene scissa rilasciando una serie di oppiacei chiamati casomorfine“, ha illustrato il dottor Neal Barnard del Physicians Committee for Responsible Medicine. Le casomorfine sono le responsabili dell’eccessiva gratificazione che dà l’alimento.

Secondo l’Università, il problema sarebbe ancora più rischioso quando si parla di formaggi lavorati.

Per Nicole Avena, professoressa di farmacologia alla Icahn School of Medicine di New York, la scoperta si rivelerà utile “per cambiare il nostro approccio al trattamento dell’obesità“.

Non si toglieranno semplicemente certi alimenti dalla dieta, ma si adotterà, quando necessario, un metodo valido come per le dipendenze da sigarette o dall’alcool.

Immagine via Flickr