Un gruppo di psicologi ha scoperto qual è il rumore più insostenibile

Un gruppo di psicologi ha scoperto qual è il rumore più insostenibile

Chiudi gli occhi e pensa a un paesaggio idilliaco, fatto di silenziosilenzio assoluto. In lontananza ti arriva il canto dolce degli uccelli sugli alberi o magari le onde che si infrangono sugli scogli e ti addormenti. Poi a un certo punto subentra improvviso un suono “insostenibile”, un rumore intenso e insopportabile che ti risveglia da questo sogno. Ma non è una semplice sveglia… Cos’è? 

Se dovessi scegliere il rumore più fastidioso del mondo quale sarebbe? Quello impossibile da ignorare. Una sega elettrica? Un martello pneumatico? Il decollo di un aereo?

Alcuni psicologi statunitensi l’hanno scoperto con un semplice esperimento: il pianto di un bambino. La ricerca è stata talmente accurata che è stato possibile anche definire l’età precisa del bambino in questione: tra i due e mezzo e i quattro anni.

I ricercatori hanno chiesto a una sessantina di volontari di svolgere alcuni compiti come risolvere dei calcoli, mentre ascoltavano dei rumori in cuffia. I suoni che disturbavano i partecipanti erano, oltre al pianto del bambino, una sega circolare, un dialogo tra adulti, alcune imitazioni e altri.

Il fatto sorprendente è che tutti i partecipanti, uomini e donne che avessero dei figli o meno, non sono riusciti a svolgere bene l’esercizio che era stato dato loro dai ricercatori. Con il pianto in cuffia hanno eseguito il minor numero di calcoli e il maggior numero di errori.

La distrazione sarebbe così forte perché l’essere umano è molto più ricettivo nei confronti dei suoni emessi da un “cucciolo” della sua specie che chiede attenzione. In questo modo il nostro corpo ci avverte della situazione di emergenza e corriamo subito in aiuto del bambino.

Immagine via Wikipedia