È stato creato il primo hamburger vegetariano che si può cuocere

È stato creato il primo hamburger vegetariano che si può cuocere "al sangue"

Nella dieta dei vegetariani sono presenti alcuni cibi che possono “riprodurre” la carne.

Ci sono i funghi portobello, il tofu, gli hamburger vegetariani che ricordano vagamente pollo, manzo, ma sfortunatamente il loro sapore non è ancora quello della carne vera.

Il professore universitario Patrick Brown ha scoperto però un modo davvero incredibile di dare alle verdure un gusto e un aspetto simile a quello della carne.

È riuscito addirittura a creare hamburger vegetariani in grado di sanguinare.

Si chiama eme ed è un complesso chimico contenente atomi di ferro. Le molecole si trovano nelle piante azotofissatrici (leguminose). Oltre a dare il colore del sangue a un hamburger fatto di verdure rende il suo sapore più simile a quello della carne rossa.

Che ti piaccia o meno infatti il gusto della carne viene anche dal sapore del sangue che contiene.

Il biochimico insieme alla sua società “Impossible Foods” ha usato altri composti per simulare il grasso e i muscoli, dando all’hamburger visivamente l’aspetto e la consistenza della carne.

Mentre si cuoce l’hamburger vegetariano si scurisce fino ad abbrustolirsi: perfino l’odore è identico a quello della carne.

Finora questo “veggie burger” è l’hamburger che più si avvicina all’originale.

Sebbene abbia lo stesso odore, si possa cucinare allo stesso modo e assomigli visivamente all’hamburger di carne il gusto è ancora da perfezionare.

Chi l’ha provato ha detto che il sapore è più simile a quello del tacchino che a quello della carne rossa.

Non è ancora in commercio, la sua lenta ed elaborata preparazione rende impossibile una produzione di massa, ma Brown assicura che i suoi hamburger saranno in vendita nei negozi entro la fine del prossimo anno e il loro gusto dopo ulteriori ricerche sarà identico a quello della carne.

Immagine via Flickr