Insonnia: come rimanere produttivi se si è dormito male

Insonnia: come rimanere produttivi se si è dormito male

Secondo recenti dati rilasciati dalla Coldiretti, a causa del caldo asfissiante di questa estate torrida, 12 milioni di italiani soffrono di insonnia.

L’afa è già un problema fastidioso se nonostante i 40 gradi all’ombra devi comunque passare la giornata in ufficio e mantenerti produttivo. Figuriamoci se hai passato la notte insonne: ti trascini tutto il giorno, confuso e irritato, senza riuscire a concentrarti.

Altri studi hanno dimostrato che il protrarsi dei disturbi del sonno causa uno stato generale di insofferenza e irritabilità che contribuisce a peggiorare la situazione e prolungare l’insonnia.

Per questo abbiamo pensato di offrirti qualche consiglio per combattere la stanchezza provocata dall’insonnia e riuscire a vivere meglio la giornata.

Non rimandare la sveglia

Anche se hai dormito male, quando suona la sveglia è meglio alzarsi immediatamente: il sonno, infatti, è suddiviso in quattro fasi, e i cinque minuti in più che ti concedi non fanno altro che peggiorare la situazione senza portare alcun tipo di ristoro. I disturbi del sonno, infatti, sono spesso legati ad una difficoltà nel raggiungere la fase Rem, ovvero quella in cui il corpo si riposa maggiormente.

Influire sul ritmo circadiano con continui sonnellini fuori tempo è soltanto dannoso: nelle ore di veglia devi sforzarti di non cedere alle tentazioni.

4

Mangia e bevi molto a colazione

Per ottenere quell’energia che ti permette di ristabilire il bioritmo, però, è necessario fare un’abbondante colazione: mangia soprattutto carboidrati e bevi molta acqua. Al risveglio il nostro corpo è disidratato, quindi la prima cosa che devi fare è bere. Sarai più concentrato e il tuo corpo risponderà meglio.

Prima di uscire per andare a lavoro, fai dell’esercizio fisico

Ok, dopo aver passato una notte insonne fare attività fisica ti sembrerà soltanto un’agonia: in realtà, però, l’esercizio fisico aiuta il rilascio di endorfine, che conciliano il sonno e combattono lo stress. Risvegliare bene il corpo prima di andare a lavoro, poi, ti renderà più produttivo. Cerca di limitare la ginnastica dentro casa, uscire all’aria aperta e alla luce del sole stimolerà i recettori degli occhi e ti aiuterà a rimanere sveglio.

jog

Affronta subito i compiti più difficili

Focalizzarti fin dalle prime ore di lavoro sui compiti più impegnativi ti aiuterà a combattere la sensazione di sonnolenza: concentrandoti sul lavoro eviterai di protrarre la stanchezza per tutto il giorno e procrastinare all’infinito.

Prenditi delle piccole pause per fare un po’ di moto

Ogni tanto, visto che sei in carenza di sonno e la mente tende a “spegnersi”, riattivati con una piccola passeggiata. Passare tutto il tempo davanti al computer peggiorerà il tuo livello di produttività.

Vacci piano con il caffè

Il caffè, oltre a essere un piacere, è uno degli stimolanti più efficaci e migliora il nostro stato di vigilanza. Ma risulta molto più utile se assunto con moderazione: gli esperti raccomandano non più di 400 milligrammi di caffeina al giorno.

2

Datti dei piccoli obiettivi

All’inizio della giornata lavorativa, suddividi i tuoi compiti e stila una lista di cose da fare dandoti dei limiti di tempo. Concentrandoti per rispettarli, eviterai che il sonno prenda il sopravvento e avrai sempre il controllo dell’attività che stai svolgendo. La mancanza di sonno ti rende più confuso, quindi devi trovare un modo per mantenere alta l’attenzione.

Foto via: Copertina | Sveglia | Jogging | Caffè