L'ipnosi funziona davvero?

L'ipnosi funziona davvero?

L’ipnosi è uno stato psicosomatico molto simile al sonno, che può essere causato da suggestioni di tipo sensorialeuditive o visive—in cui è possibile modificare la condizione psicofisica e il comportamento. È una forma di suggestione che vediamo spesso in tv, causata da maghi o psicologi in film o programmi. Ma funziona veramente?

[advertise id=”hello-amazon”]

Durante una conferenza TEDx, l’ipnotista, giornalista e regista Albert Nerenberg ha cercato di spiegare cosa accade se si utilizzano queste tecniche su un gruppo di persone. “L’idea comune che si ha dell’ipnosi,” ha iniziato Nerenberg, “è quella secondo cui attraverso di essa è possibile far comportare gli esseri umani come i polli, o che sia una specie di controllo diabolico della mente. Una specie di truffaldino trucco magico.”

Come spiega Neremberg, questi stereotipi nascono da alcuni detrattori di Franz Anton Mesmer, il medico che durante il XVIII secolo aveva introdotto queste tecniche in ambito medico, e che accomunavano le sue scoperte ai riti sciamanici.

A questo punto il relatore chiede al pubblico di poter condurre un piccolo esperimento di ipnosi direttamente sul palco, per dimostrare la veridicità di quello che sta dicendo. Dicendo ai presenti che se non hanno intenzione di essere ipnotizzati, gli basterà non seguire le sue istruzioni.

Ai volontari, invece, chiede di fissare una spirale proiettata su uno schermo alle sue spalle, e di fare dei respiri profondi. Successivamente chiede loro di battere le palpebre al suo comando per un paio di volte, e chiede ai presenti fra il pubblico di alzare la mano se alla fine di questa sessione non sono in grado di alzare le palpebre. Fa salire sul palco questi soggetti, e uno a uno li addormenta attraverso delle tecniche ipnotiche. In pratica, attraverso esempi, Neremberg illustra come l’ipnosi sia una tecnica in grado di indurre uno stato alterato di coscienza negli esseri umani.

Il punto, al di là delle interessanti informazioni offerte da questo video, e degli esempi che fornisce, è che l’ipnosi è una tecnica che viene utilizzata in svariati ambiti terapeutici. È utile per combattere gli attacchi d’ansia, l’asma, la depressione, il disturbo ossessivo-compulsivo, e molti altri disturbi.

Con essa, è anche possibile aiutare i pazienti affetti da malattie particolarmente debilitanti a tenere a bada il livello di dolore fisico. Ed esiste una branca di questa disciplina, nota come Ipnochirurgia, che rende possibile operare le persone senza anestesia totale, limitando l’esposizione a sostanze chimiche.

Inoltre esistono anche tecniche ipnotiche mirate a mutare alcuni nostri schemi di comportamento, e che non hanno un’impronta direttamente terapeutica. È possibile seguire tecniche ipnotiche per smettere di fumare , ma ce ne sono anche altre che aiutano ad apprendere più velocemente, e aumentano la memoria. Insomma: nonostante lo scetticismo riguardo a questa branca terapeutica, c’è molto da imparare sull’ipnosi e i suoi utilizzi.

Immagini: Copertina