Le proprietà benefiche del carciofo di Gerusalemme: il Topinambur

Le proprietà benefiche del carciofo di Gerusalemme: il Topinambur

Nei nostri viaggi attraverso il mondo, siamo andati già alla ricerca dei cibi miracolosi per il nostro organismo e a provare le cucine più salutari del globo. Sebbene la cucina italiana sia, ovviamente, una fra queste, il problema è piuttosto un altro: le nostre porzioni sempre troppo abbondanti. In previsione del prossimo pranzo di Pasqua, per arrivarci in forma e impedirti di avere i soliti rimorsi subito dopo la Colomba, abbiamo pensato a un alimento perfetto da inserire fin da subito nella tua dieta: il topinambur.

A vedersi il topinambur sembra un tubero molto simile al rizoma di zenzero. In realtà, però, la sua polpa carnosa e bianchiccia ha un sapore tutt’altro che acido: è sempre delicato e piacevole, una via di mezzo tra un carciofo e una patata. Per questo, il topinambur è conosciuto anche come carciofo di Gerusalemme, rapa tedesca o patata americana.

Nonostante i dubbi sulla sua possibile origine, il topinambur è un alimento “detox” essenziale per chi vuole perdere peso. Questo tubero, infatti, è saturo d’inulina, una sostanza che se abbinata all’acqua riduce l’appetito. Senza dimenticare che favorisce anche la digestione e aiuta a riequilibrare la flora intestinale.

Inoltre, l’introduzione del topinambur nella propria dieta è sempre consigliata ai diabetici e a chi soffre di alti livelli di colesterolo. Le sue proprietà benefiche permettono di ridurre l’assorbimento del colesterolo e degli zuccheri da parte dell’intestino e quindi di contribuire al buon funzionamento del nostro organismo.

Ma come cucinarlo? A tavola, il topinambur può essere consumato sia crudo che cotto.

Ovviamente, ai diabetici gli specialisti consigliano di mangiarlo crudo, perché in questo modo si mantengono tutte le sue proprietà benefiche. Il procedimento è semplicissimo, non bisogna togliere nemmeno la pelle: basta lavarlo, grattugiarlo nell’insalata o tagliarlo a fette e condirlo a seconda dei propri gusti.

Nel caso in cui lo volessi cuocere, invece, il topinambur è da considerarsi proprio come una vera e propria patata: puoi lessarlo, friggerlo, farlo in padella.

Insomma, elencate tutte le sue proprietà e specificando che per ogni 100 grammi contiene solamente 30 calorie, sembra proprio il caso di aggiungerlo definitivamente nel tuo carrello della spesa.

Immagine via Flickr