Nascita di un figlio, gli effetti sul padre: affezione o distacco?

Nascita di un figlio, gli effetti sul padre: affezione o distacco?

La nascita di un figlio è l’esperienza più bella che un essere umano possa vivere, che sia uomo o donna: la felicità di tenere tra le braccia il proprio bambino può essere, però, così emozionante quanto complicata. Il cambiamento ormonale, e spesso l’esperienza traumatica del parto, può condurre una donna verso la depressione post-partum e una serie di conseguenze ormai risapute, ma molti dimenticano gli uomini. Che effetti può avere sull’uomo la nascita di un figlio?
Le reazioni sono spesso note, ma a volte c’è da sorprendersi per il palesarsi di alcuni atteggiamenti.

Quando nasce un figlio, la donna tende a concentrarsi sul bambino.
Il comportamento viene assunto nel modo più naturale possibile data la novità e soprattutto l’affezione per via della gravidanza e dell’allattamento: il figlio ha bisogno della mamma, la mamma ha bisogno di curare il proprio bambino. Questo attaccamento può creare nel padre del piccolo un senso di esclusione: non si sente parte attiva di questo legame che gli suscita invidia e gelosia. L’invidia di non poter provare le stesse emozioni della compagna, la gelosia dell’unione naturale e questa dipendenza speciale che per lui, almeno nei primi mesi di vita del figlio, non potrà avvenire, sono tutti segnali di un effetto negativo che la nascita di un figlio può avere sull’uomo.
La donna tende ad assumere, anche nei confronti del partner, un atteggiamento materno cercando di soddisfare i suoi bisogni come se fosse anch’egli un figlio, anche se il suo focus resta il proprio bambino.
In questa situazione, il padre rivive una regressione che lo riporta ai tempi del rapporto con i suoi genitori, a sentirsi figlio e non più compagno.
Di riflesso, può accadere che l’uomo percepisca la donna non più come la fonte della passione sessuale che prima lo avvolgeva intensamente. E come in un circolo vizioso, quando le reazioni sono pesanti, l’assenza di attività sessuale e il cambiamento delle sensazioni nei confronti del partner, potrebbe portare a una crisi di coppia temporanea o irreversibile

Qualora la situazione non si fosse stabilizzata, è bene chiedere il parere di un esperto e se si vuole recuperare il rapporto, perché no, effettuare anche una terapia di coppia.