Omeopatia: funziona davvero? Uno studio ha smentito la sua efficacia

Omeopatia: funziona davvero? Uno studio ha smentito la sua efficacia

Uno studio condotto dal National Health and Medical Research Council australiano ha completamente ribaltato le credenze fondate da molti anni, ossia che l’omeopatia potesse funzionare.
Pare infatti che oltre a non funzionare, questi tipi di trattamenti rappresenterebbero un palliativo non efficace dato che ritarderebbero il ricorso a medicamenti ritenuti validi e immediati per risolvere determinate patologie.
L’analisi per provare questa teoria è stata fatta prendendo in considerazioni ben 255 studi scientifici sugli effetti che l’omeopatia ha provocato nella cura di oltre 68 tipi di malattie diverse.

Il NHMRC chiarisce, dunque, che non sono state comprovate le proprietà curative degli elementi omeopatici e afferma che chi ne dovesse fare uso potrebbe mettere a rischio la propria vita, non perché questa va a creare danni ulteriori, ma non va a eliminare o curare i danni già presenti soprattutto se si tratta di malattie gravi.
Nello specifico, quello che è stato smentito dal NHMRC è il metodo curativo dei farmaci omeopatici: al corpo viene somministrata la sostanza che scatena il disturbo diluendone una minima parte in acqua o in alcol e aspettando la risposta naturale del corpo stesso che dovrebbe essere curativa.
Alla luce di queste ricerche, il consiglio nazionale australiano ha suggerito ai propri cittadini di evitare l’uso di omeopatici ed avvertire il medico nel caso se ne facessero uso per richiedere un cura alternativa efficace.