Paura di volare: ecco come superarla

Paura di volare: ecco come superarla

Negli ultimi mesi si sono verificati una serie di disastri aerei – come l’ultimo dell’Airbus A320 della Germanwings o quello dell’MH370 della Malaysia Airlines, accaduto lo scorso anno- che hanno, molto probabilmente, aumentato il numero delle persone che soffrono la paura di volare.
Detta anche aerofobia, è un disturbo che colpisce indistintamente donne e uomini di tutte le età.

In cosa consiste

È una fobia rientrante tra i disturbi d’ansia e si manifesta con una serie di sintomi facilmente riconoscibili:

– palpitazioni;
– mal di testa;
– sudorazione;
– diarrea;
– vomito;
attacchi di panico.

Queste sono solo alcune delle reazioni che un attacco di aerofobia può provocare, ovviamente al di là di tali manifestazioni ci sono anche complicazioni collaterali che possono infierire sullo svolgimento normale delle proprie attività.
Basta pensare a chi deve necessariamente prendere aerei con frequenza per questioni di lavoro o personali.
I sintomi della paura di volare si manifestano non solo quando si è fisicamente in aereo e si sta volando, ma anche qualche giorno prima di prendere il volo.
I pensieri negativi assillano durante la notte nei sogni, durante il giorno improvvisamente anche mentre si sta lavorando o svolgendo attività piacevoli.

Perché si ha paura di volare?

Le cause sono svariate:

– alcuni temono le grandi altezze;
– altri temono lo schianto perché affidati a piloti su cui non ripongono alcuna fiducia;
– altri hanno paura degli spazi ristretti e temono, in caso di imprevisto, di rimanere chiusi in aereo;
– altri ancora temono il volo perché non sono in grado di tenere sotto controllo la situazione.

Come rimediare?

Quando il viaggio è inevitabile e le grandi distanze obbligano all’uso dell’aereo, ci sono alcuni piccoli rimedi che magari non risolveranno del tutto il problema, ma possono aiutare ad affrontare con più serenità il volo.

1- Distrarsi: deve essere la parola d’ordine dal giorno della prenotazione del biglietto sino a quando non si scende dall’aereo e la destinazione è stata raggiunta. Fare un giochetto al cellulare, risolvere un rompicapo o un cruciverba possono essere alcuni metodi d’aiuto. La concentrazione totale del cervello su altra attività, ti farà passare il viaggio con più leggerezza.
2- La musica giusta: ascolta la musica che ti piace, che ti ricorda momenti felici, musica che conosci e puoi cantare anche tra te e te in mente. Ricorda che deve essere musica abbastanza rilassante e non troppo incisiva. Preferire jazz o soul all’heavy metal!
3- I bei pensieri e l’ossitocina: pensare a delle cose belle può aiutarti a superare con velocità il viaggio. In un articolo comparso su Quartz pare che l’ossitocina, detto anche ormone dell’amore, sia una delle soluzioni al problema.
L’ormone viene prodotto dall’organismo durante alcuni momenti, per gli uomini uno dei livelli massimi di ossitocina viene raggiunto durante un rapporto intimo. Come si spiega nell’articolo, gli uomini posso aiutarsi a produrre ossitocina durante il volo, pensando a un rapporto piacevole avuto con il partner ripercorrendo con la mente, per filo e per segno, tutti i passaggi.
4- Respiro e relax: fai respiri lunghi concentrandoti sul diaframma, segui il movimento del tuo respiro e focalizza l’attenzione su pensieri rilassanti cercando di prendere forza e dirti che è solo un viaggio come un altro.
5- Tisane e rimedi naturali: una tisana di valeriana o melissa, riconosciute per le loro proprietà tranquillizzanti, può aiutarti a stare più sereno. Si può assumere prima del volo, il consiglio è quello di prepararla a casa, portarla in un thermos e sorseggiarla prima del controllo bagagli.