Questi libri antichi nascondono un segreto disegnato sul bordo

Questi libri antichi nascondono un segreto disegnato sul bordo

Si sa, il fascino dei libri di carta è senza tempo. Al di là del lungo dibattito su quale sia il formato migliore per leggere, se elettronico o cartaceo, il libro resta un oggetto prezioso che a volte deve essere maneggiato con molta cura

Oggi vogliamo parlarti di una tecnica decorativa antica, rarissima e a molti sconosciuta, grazie alla quale i libri diventano ancora di più delle opere d’arte. Stiamo parlando della “fore-edge painting“, la pittura sul bordo anteriore.

La biblioteca della Cornell University di New York, qualche giorno fa, ha pubblicato un video in cui uno dei suoi ricercatori mostrava davanti alle telecamere uno di questi rari libri decorati.

Il libro sembra apparentemente senza stranezze, ma quando si guarda attentamente il “taglio”, il bordo, e si piegano appena le pagine, si vede nitidamente un disegno a colori.

Questi disegni erano realizzati in acquerello ed eseguiti con l’aiuto di una morsa. Ci sono tre tipi di pittura. Il primo permette di vedere l’opera sul bordo soltanto quando il libro è aperto, il secondo quando è chiuso e il terzo comprende la colorazione di tutti e tre i bordi.

Nelle sue prime attestazioni, intorno al X secolo, le decorazioni sul bordo erano semplici, rappresentando per lo più simboli e stemmi. Con il tempo, vista la sua crescente fortuna, questo tipo di decorazione si è diffuso, raggiungendo il suo picco intorno al 1600.  La moda ha avuto fortuna soprattutto nei paesi anglofoni, ma anche in Italia ci sono importantissime attestazioni, come quella del pittore Cesare Vercellio, parente di Tiziano, che ha decorato i volumi della biblioteca Pilone di Belluno.

I soggetti delle scene con il tempo si sono fatti sempre più evoluti, raffigurando paesaggi, scene di carattere religioso e qualche volta un’immagine tratta dal libro. Di questo terzo tipo ne sono state ritrovate alcune nei libri di Jules Verne, Sherlock Holmes e Dickens. La scelta della scena da ritrarre era determinata dall’artista, dal libraio o dal proprietario. Tra gli artisti più riconosciuti a livello storico ci sono Martin Frost e Clare Brooksbank, entrambi di nazionalità inglese.

Immagine via Facebook