Il ragazzo allergico a qualsiasi tipo di cibo

Il ragazzo allergico a qualsiasi tipo di cibo

Molti di noi soffrono di allergie o intolleranze alimentari: ai latticini, a certi frutti, al glutine.

Se anche tu hai un’allergia, saprai benissimo quanto possa essere rischioso: le più lievi provocano orticaria e disturbi intestinali, ma se l’allergia è molto acuta, si rischia di andare in shock anafilattico.

Rinunciare a certi cibi e limitare la propria dieta può essere fastidioso, ma per Alex Visker, un 19enne di Lehi, nello Utah, è molto di più.

Alex infatti non soffre di un’allergia che gli impedisce di assumere una particolare tipologia di alimenti, ma è proprio allergico al cibo.

Il suo corpo reagisce quando entra in contatto con le proteine contenute negli alimenti, e questo fa sì che non possa mangiare praticamente niente.

“Sono affamato e penso continuamente al cibo,” ha raccontato Alex, “ma se penso a quello che può succedermi se mangio qualcosa, allora mi sento semplicemente fortunato ad essere vivo.”

Alex fin da piccolo provava dolori addominali, nausea, forti pruriti e malessere ogni volta che mangiava. A volte aveva persino le convulsioni.

I suoi genitori, quindi, decisero di indagare a fondo, e dopo centinaia di consulti presso medici specializzati, si sono finalmente rivolti al dottor Gerald Gleich, un allergologo che ha trovato la perfetta combinazione di farmaci antistaminici per attenuare la condizione di Alex.

“Quando è venuto nel mio studio la prima volta,” ha spiegato Gleich, “Alex rischiava seriamente di morire di fame. Non era in grado di ingerire praticamente niente senza avere dei disturbi. Adesso però, grazie alle terapie che segue, la sua condizione è molto migliorata.”

Visker, infatti, si alimenta ormai da quattro anni grazie a una dieta liquida che assume attraverso un tubo collegato allo stomaco. Una formula ad alto contenuto calorico che sostituisce il cibo vero.

“Non è affatto semplice, perché sfortunatamente ricordo alla perfezione il sapore del cibo, soprattutto dei piatti che amavo, ma purtroppo per me questo è l’unico modo di alimentarmi,” ha detto Alex.

Per sopperire a questo, Alex cucina spesso per gli amici. Visto che non può assaggiare i piatti che cucina, si accontenta di sentirne l’odore.

“Non voglio che nessuno si senta a disagio per la mia condizione. Per questo cucino io stesso per i miei amici.”

Il sogno di Visker è diventare un programmatore di computer, un lavoro che crede di poter svolgere malgrado la sua condizione: a causa dei suoi disturbi e della sua dieta, infatti, Alex si stanca molto facilmente.

Per questo alcune persone che hanno preso a cuore la sua storia si sono mobilitate per creare una pagina crowfunding su GoFundMe per finanziare gli studi di Alex e per pagare i medicinali che non gli vengono passati dall’assistenza sanitaria.

Immagini: Copertina