Le reazioni delle persone quando viene detto loro che sono belle

Le reazioni delle persone quando viene detto loro che sono belle

La bellezza può essere considerata una cosa soggettiva. Esistono vari tipi di gradevolezza estetica, e ognuno di noi può valutare belle persone che non appaiono così attraenti agli occhi degli altri. È il lato affascinante della diversità. Quello che è certo, però, è che tutti noi ci sentiamo gratificati quando qualcuno ci apprezza e ci trova belli.

Anzi, l’apprezzamento degli altri spesso ci rende veramente più belli: la felicità ci fa più sorridenti e attraenti, e lo ha dimostrato Shea Glover, una giovane fotografa di 20 anni che sta portando avanti un progetto sulla bellezza e la sua percezione.

Il progetto

L’idea di partenza della giovane fotografa è stata la seguente: ognuno di noi ha delle caratteristiche fisiche positive, che sono accresciute e valorizzate dalla fiducia. Shea ha notato che nei momenti in cui si sentono apprezzate e considerate belle, le persone risultano effettivamente più attraenti. Un po’ come quando diciamo che le persone “innamorate” sono più belle.

Si mostrano più luminose nello sguardo, e con un’espressività del volto più accentuata. Questo l’aveva colpita, e così ha cominciato a strutturare un piccolo progetto fotografico in merito, tentando di realizzare dei ritratti che si rifacessero iconicamente alle immagini che i chirurghi plastici presentano nei loro cataloghi delle operazioni: con un prima e un dopo.

belle-1

Shea ha condotto la sua indagine fotografica fra gli alunni e gli insegnanti della scuola superiore che ha frequentato—un istituto di Chicago—fotografandole tutte e due volte nella stessa sessione fotografica.

Una prima volta semplicemente chiedendo il permesso di realizzare un normale ritratto, e una seconda volta dopo aver detto la frase “io fotografo solo le persone che trovo belle”. Così da poter realizzare un confronto e studiare il cambiamento dell’espressione, per catturare la bellezza della felicità e della sorpresa negli occhi dei suoi soggetti.

Mentre realizzava gli scatti, inoltre, Shea ha anche girato un breve video di alcune delle sue interazioni con i soggetti. Che ha poi caricato sul suo canale YouTube.

belle-2

La “bellezza del mondo”

C’è così tanta bellezza al mondo. Se la lasci correre, la perdi

Ha scritto la ragazza alla fine del video che ha pubblicato per mostrare i suoi scatti. Un credo che l’ha spronata a realizzare questo progetto fotografico. Siamo così esautorati dai canoni di bellezza mainstream, da non accorgerci della bellezza quotidiana che ci circonda.

Siamo sempre insoddisfatti di noi stessi, e pensiamo costantemente a quello che gli altri pensano rispetto al nostro aspetto fisico. Osservare il modo in cui le persone fotografate da Shea si illuminano quando lei le definisce “belle” è interessante: c’è un misto di sorpresa, imbarazzo e felicità.

belle-3

Ogni soggetto che aveva accettato di farsi fotografare aveva un’espressione leggermente rigida durante il primo scatto. Che è completamente scomparsa durante il secondo. Tutti si sono mostrati più sciolti e sereni nel farsi fotografare nuovamente.

Un progetto fotografico che mira non solo a mostrare come l’attenzione e l’apertura verso le altre persone riescano a creare un legame quasi fisico fra fotografo e soggetto, ma come tutte le persone siano affascinanti e abbiano qualcosa di speciale da condividere.

Immagini: Copertina | 1 | 2 | 3