Rientro dalle vacanze: i 4 consigli fondamentali per superare lo shock

Rientro dalle vacanze: i 4 consigli fondamentali per superare lo shock

Se anche tu sei tra quelli che sono in procinto di ritornare dalle vacanze per evitare l’inevitabile shock ti suggeriamo di seguire i consigli della psicologa cognitiva Amanda Crowell applicati della giornalista Jenni Avins.
Questi metodi collaudati e verificati aiutano a tornare alle normali attività lucidi e riposati ma devi seguirli già quando sei in vacanza per prepararti. Non sono dei metodi banali: la giornalista Avins ne ha testato l’efficacia in prima persona.

Durante le vacanze niente email di lavoro o telefonate
La parola d’ordine è sconnettersi, dalle email e dalle telefonate. Non dire ai tuoi colleghi di chiamarti o scriverti se dovesse succedere qualcosa: da’ loro gli strumenti necessari per continuare a lavorare mentre sei in vacanza e totalmente sconnesso. Secondo la psicologa Crowell molte persone si sentono in colpa quando vanno in vacanza perciò controllano le email una volta al giorno, fanno rapide telefonate o pensano sempre al lavoro. Ma in realtà la vacanza è un vantaggio per la produttività del lavoratore e per il successo perché offre al nostro cervello la possibilità di distrarsi senza costringere la memoria a seguire gli stessi percorsi di quando sei operativo. Insomma dovresti forse annoiarti un po’ in vacanza e passare il tuo tempo in attività basiche e non stancanti intellettualmente (leggere è una di queste attività).

Prima di partire: organizza il rientro a casa
Innanzitutto programma il tuo ritorno a casa almeno un giorno prima del necessario: se devi rientrare al lavoro di lunedì, cerca di tornare a casa sabato invece che domenica, in questo modo il jet lag svanirà se sei stato lontano oppure semplicemente utilizzerai il “periodo cuscinetto” per ammortizzare il rientro. Inoltre partire con la casa in ordine e pulita aiuta a sentirsi sereni appena si apre il portone. Magari ci sarà perfino qualcosa da mangiare in freezer o una consegna a domicilio programmata subito dopo il tuo arrivo.

Al rientro organizza il tuo tempo in casa
Una volta a casa, usa il periodo cuscinetto non per oziare ma per gestire piccoli lavori domestici, ma in assoluta tranquillità. Disfare i bagagli, fare il bucato e organizzare i pasti per la settimana seguente, ti aiuterà a non sentirti in colpa e a fissare le priorità domestiche e lavorative.

Al lavoro mantenete la serenità vacanziera
Occupati dei tuoi lavori in ufficio con il sorriso sulle labbra perché hai fatto tesoro del relax accumulato. Non trascorre il tuo primo giorno a pieno regime, altrimenti sarà come subire uno shock. Anzi programma la risposta automatica delle email non con la data effettiva del tuo rientro ma scrivendo uno o due giorni in più, così avrai tempo per respirare. In pausa pranzo concediti una passeggiata di alcuni minuti, ti aiuterà a mantenere un po’ di quel senso di riposo che ti aveva regalato il benessere vacanziero.