Riequilibra il metabolismo con il mate, il famoso infuso argentino

Riequilibra il metabolismo con il mate, il famoso infuso argentino

Hai mai sentito parlare del mate? Si tratta di un infuso preparato con le foglie di erba mateyerba mate in spagnolo—una pianta originaria del sud America. Oggi questo “tè” è molto diffuso in Brasile, Paraguay e in particolar modo in Argentina, ma anche in Italia i cultori del genere lo tengono in dispensa.

Prima di partire con l’elenco dei benefici che puoi trarre bevendo il mate, però, bisogna precisare che la sua preparazione e il consumo sono un vero e proprio rito, alla stregua del tè all’inglese. Deve essere rigorosamente preparato, infatti, nel caratteristico contenitore bombato, matero o porongo, e bevuto tramite la bombilla, una sorta di cannuccia di metallo che, in una delle sue estremità, presenta un filtro per impedire alle foglie infuse di risalire.

La prima proprietà del mate da annoverare è la sua capacità di riequilibrare il metabolismo, infatti è consigliato a chi lo ha particolarmente lento. E proprio per le sue capacità energizzanti, è ulteriormente raccomandato a chi fa attività fisica o pratica sport abitualmente, in quanto capace di rallentare la produzione di acido lattico nei muscoli.

Inoltre il mate, oltre a essere un ottimo coadiuvante nelle diete dimagranti per i suoi “effetti sazianti”, è un’ottima soluzione per chi ha problemi digestivi. Infatti, favorisce la digestione, diminuendo in modo significativo la quantità di tempo in cui il cibo rimane conservato nello stomaco, e stimola la diuresi, inducendo l’espulsione di tossine e altre sostanze di scarto dell’organismo.

Nonostante il mate abbia molteplici proprietà, esistono alcune controindicazioni. È sconsigliato alle persone con problemi cardiaci o in casi di ipertensione. Inoltre, se si soffre di insonnia, è consigliabile assumerlo durante la prima parte della giornata e in dosi contenute.

Immagine via Flickr