Secondo questo studio la pasta fa dimagrire

Secondo questo studio la pasta fa dimagrire

Se già hai intrapreso una dieta dimagrante, saprai che quasi sempre uno dei primi provvedimenti comunemente riconosciuti come efficaci è quello di ridurre i carboidrati. In particolare, per noi italiani questo significa soprattutto dover rinunciare al pane e alla pasta.

Recentemente però uno studio, condotto da un gruppo di ricercatori italiani e pubblicato sulla rivista scientifica Nature, ha dimostrato che in realtà la pasta non fa ingrassare. Al contrario: può aiutare a dimagrire.

La ricerca è stata condotta dal Dipartimento di Epidemiologia dell’IRCCS Neuromed di Pozzilli, ed è stata sviluppata su un campione di 23.000 volontari che ha partecipato allo studio. Fra questi c’erano sia soggetti la cui dieta prevedeva la pasta, sia pazienti che non la consumavano abitualmente.

Per ogni partecipante sono stati valutati l’indice di massa corporea, il rapporto fra peso e altezza, e la misura del girovita: e per tutta la durata dello studio i soggetti sono stati monitorati senza alterare le loro abitudini alimentari.
I risultati hanno evidenziato come i soggetti che si nutrivano abitualmente con delle porzioni contenute di pasta, avevano un indice di massa corporea più basso rispetto a chi non ne mangiava mai.

Ovviamente questo tipo di carboidrato deve essere consumato con equilibrio: i ricercatori suggeriscono infatti che per una dieta ottimale la pasta non può superare il 10% del fabbisogno calorico giornaliero. Ma se spesso chi conduce una dieta—specialmente quando si vuole perdere molto peso in poco tempo—tende a eliminare totalmente la pasta, adesso sappiamo che in realtà questo potrebbe non avere gli effetti desiderati sul lungo termine.

Immagini: Copertina