La sindrome di Cotard: vivere con la convinzione di non esistere

La sindrome di Cotard: vivere con la convinzione di non esistere

La sindrome di Cotard è un disturbo rarissimo che pochi conoscono. Chi ne soffre, pur essendo sano fisicamente, è convinto di non esistere o di non avere il corpo.

La prima volta che fu accertato un caso del genere è stata nel 1880, e da quel giorno, da quando il neurologo francese Jules Cotard diagnosticò questa strana malattia sono stati registrati più di cento casi in tutto il mondo.

Come la donna inglese di 59 anni che era stata ricoverata dopo aver accusato dolori inspiegabili. Ai dottori aveva detto di avere l’impressione che le gambe, a causa della presunta cattiva circolazione, stessero per cadere.

Altri casi noti sono quelli di un uomo spagnolo di 62 anni convinto di stare scomparendo e di una donna giapponese di mezza età che affermava che la sua testa fosse completamente vuota, senza pensieri. E che non potesse parlare perché aveva perso tutte le parole.

cotard2

Il National Institute of Neurology and Neurosurgery di Città del Messico tratta alcuni di questi casi.

La scrittrice e dottoressa Erika Hayasaki è andata in questa clinica per conoscere più da vicino questa rarissima malattia psichica, raccontando la sua esperienza al sito Matter.

A capo dell’unità di neuropsichiatria di questa clinica c’è il dottor Jesús Ramírez-Bermúdez. Dal 2000 ha documentato e trattato 12 pazienti affetti da questa malattia.

Il suo scopo è quello di capire cosa succede nel cervello quando si pensa di non esistere. Tra i pazienti di questa clinica c’è Rafael Hernández, di settantasei anni. Quando il dottore l’ha visitato per la prima volta gli ha chiesto se sentiva qualche dolore fisico particolare. Ma lui ha risposto di no: non poteva avvertire dolori perché non aveva un corpo.

Quando Erika Hayasaki ha chiesto a Rafael cosa si prova a non esistere, lui ha risposto semplicemente: “Il mio passato, la mia esperienza, i miei interessi… ora non sono in grado di ricordarli“.

Si sa poco di questa malattia, ma quello che è certo è che chi è affetto dalla sindrome di Cotard ha smarrito la propria coscienza. Studiare da vicino e capire il perché potrebbero offrire risposte interessantissime alle domande a cui i neuroscienziati e i filosofi cercano di dare una risposta da secoli: da dove viene la coscienza, come nasce?

Immagini via Flickr | Copertina | 1 |