Come alleviare l'asma con l'esercizio fisico

Come alleviare l'asma con l'esercizio fisico

Nel mondo sono milioni le persone che soffrono di asma: è un disturbo in forte aumento e da recenti stime del Ministero della Sanità è emerso che in Italia circa un bambino su otto ne soffre.

Uno dei problemi dell’asma è che spesso c’è una scarsa consapevolezza della sua gravità e delle possibilità di controllo dei sintomi. Fortunatamente, però, una nuova ricerca ha mostrato come vi sia un modo semplice e sano per alleviare l’asma: l’esercizio fisico.

La ricerca, pubblicata su BMJ Open Respiratory Research, è stata condotta dagli esperti della Concordia University analizzando le abitudini di 643 partecipanti a cui era stata diagnosticata l’asma.

I risultati dello studio sono stati praticamente univoci: coloro che rispettavano un regime quotidiano di attività fisica (minimo 30 minuti al giorno) avevano una riduzione dei sintomi di quasi due volte e mezzo superiore a quella dei pazienti che seguivano solo le terapie farmacologiche.

L’attività fisica non deve essere necessariamente estenuante. “Non stiamo parlando di maratone”, ha dichiarato Simon Bacon, autore dello studio. “Bastano anche 30 minuti di camminata, di yoga, o di bicicletta. Qualsiasi attività fisica può portare benefici e ridurre i sintomi dell’asma.”

Solitamente le persone che soffrono di disturbi respiratori tendono a ridurre l’attività fisica, perché generalmente si ritiene che gli sforzi inneschino gli attacchi. In realtà, secondo Bacon, esistono delle semplici misure precauzionali per evitare gli episodi asmatici durante l’attività.

“Il problema del broncospasmo indotto dall’esercizio fisico è reale, ma se si seguono nel modo giusto le terapie farmacologiche, e poi si evita di raffreddarsi dopo l’attività fisica, non dovrebbero esserci problemi”, ha dichiarato. “Anche se si soffre di asma, non c’è nessuna ragione per non fare attività fisica.”

Nel campione di 643 pazienti selezionati per la ricerca, solo 100 svolgevano quotidianamente attività fisica: e questi numeri, purtroppo, riflettono le abitudini della popolazione generale.

L’inverno è il periodo in cui gli asmatici dovrebbero attivarsi di più: perché normalmente si tende a ridurre l’esercizio fisico, ma l’aria fredda e le basse temperature peggiorano i sintomi dell’asma. Secondo i ricercatori, le istruzioni sull’attività fisica da svolgere per combattere l’asma dovrebbe entrare a far parte delle prescrizioni indicate dal medico: “Sarebbe bello vedere i medici raccomandare esercizio fisico insieme ai trattamenti tradizionali.”

Immagini: Copertina