Secondo questo studio il sushi allunga la vita come la dieta mediterranea

Secondo questo studio il sushi allunga la vita come la dieta mediterranea

Nonostante la continua ricerca di sapori e ingredienti esotici, la nostra dieta mediterranea resta una delle migliori al mondo. Da sempre, è presa a modello come un vero e proprio stile di vita: chi la segue non solo rimane in salute e in forma, ma ha anche delle aspettative di vita più alte. Un nuovo alimento, ormai entrato nella nostra cucina, però, potrebbe competere o addirittura essere inserito in questo regime alimentare: stiamo parlando del sushi.

Secondo uno studio condotto dal National Centre for Global Health and Medicine di Tokyo la classica dieta giapponese che prevede il consumo equilibrato di ortaggi, cereali, frutta, carne e soprattutto pesce, ridurrebbe il rischio di morte prematura, specialmente nei casi in cui sopraggiungano dei problemi cardiovascolari.

Per determinarlo, i ricercatori hanno condotto per 15 anni degli studi sull’alimentazione e lo stile di vita di 36.624 uomini e 42.920 donne di età compresa tra 45 e 75 anni che avevano seguito un regime alimentare corretto e non avevano precedenti per cancro, malattie cardiache o del fegato.

I risultati della dieta del sushi hanno mostrato che, rispetto alla media, la mortalità del campione si è ridotta del 15 percento, grazie anche alla riduzione delle morti per malattie cerebrovascolari.

Questi risultati messi a confronto con quelli della dieta mediterranea illustrano le somiglianze tra i due regimi alimentari. Ricca di legumi, pesce, olio d’oliva, frutta, cereali e con poca carne rossa, la nostra dieta è, infatti, una panacea per prevenire malattie croniche come diabete o problemi cardiovascolari.

Analizzando i dati di 10mila donne che seguono la dieta mediterranea, un gruppo di ricerca dell’Università di Harvard ha stabilito che, rispetto alla media, questo campione abbia il 40% in più di probabilità di superare i 70 anni.

Immagine via Flickr