Valtellina in bike: uno dei percorsi più piacevoli del nord Italia

Valtellina in bike: uno dei percorsi più piacevoli del nord Italia

Il sentiero della Valtellina è uno dei più famosi e apprezzati dagli amanti della bike: soprattutto per l’alta organizzazione la comodità del tracciato. Lungo oltre 100 chilometri, infatti, questo sentiero conta 39 punti di sosta attrezzati, cinque aree noleggio in cui poter aggiustare eventuali guasti e sistemare le ruote, e 46 punti accesso.

L’inizio del percorso si trova nel paesino di Colico, ma in realtà molti cicloturismo partono da Tirano, un piccolo centro valtellinese che fa da capolinea per i treni che partono ogni ora dalla stazione di Milano Centrale. Da qui si viaggia seguendo la ciclovia lungo il corso dell’Adda.

Il fondo della pista è di asfalto liscio e levigato, l’ideale le biciclette da corsa, ma anche per le mbt—con cui si possono anche esplorare le campagne che si sviluppano lungo la valle. Ben presto ci si trova nella zona che fiancheggia le Alpi Retiche e le Orobie ed è possibile pedalare mentre si osservano queste cime maestose.

valtellina-1

A questo punto si attraversano diversi paesini caratteristici della Valtellina, circondati da terrazzamenti agricoli in cui si coltivano i vitigni: Sassella, Sforzato, e Inferno.

La segnaletica è curata nel minimo dettaglio, e ogni tratto più impegnativo o trafficato è segnalato con ampio margine. La sicurezza di questa ciclovia, la rende adatta a ogni tipo di ciclista: infatti le famiglie che organizzano gite in bici con i bambini sono moltissime. Le piazzole di sosta, poi, sono attrezzate per consentire agli avventori di fare dei piccoli barbeque in mezzo alla natura. Il tratto che porta a Sondrio, insomma, è particolarmente calmo e piacevole.

valtellina-2

Arrivati all’altezza di Forcola, è necessario fare una deviazione perché i lavori per l’ultimazione della ciclabile sono ancora in corso. Si riprende la strada normale, e si rientra sulla ciclovia all’altezza di Talamona. A questo punto il fondo cambia, diventa sterrato, un brecciolino molto compatto che consente di procedere spediti anche con le coperture da corsa.

A questo punto si entra nella provincia di Lecco: si percorrono cinque chilometri costeggiando la città, e si arriva alla foce del fiume, quando l’Adda diventa il Lago di Como, pochi chilometri a nord dal centro di Colico. Moltissimi cicloturisti che percorrono questo tracciato terminano la loro gita riposandosi sulle rive del lago, circondati da una natura lussureggiante, prima di ripartire per Tirano.

Immagini: Copertina | 1 | 2