Verdure di stagione di primavera: dalle fave al cavolfiore

Verdure di stagione di primavera: dalle fave al cavolfiore

La primavera è la stagione della fioritura, la stagione della rinascita della natura. Verdure e frutta di vari tipi campeggiano sui banchi del mercato e colorano le nostre tavole di nuovi sapori. Dai piselli alle fave, sino ai finocchi e ai cavolfiori, ecco le verdure di primavera e le loro proprietà.

Fave
Legumi di uso poco comune rispetto ai piselli, le fave contengono un’ottima quantità di ferro e di fibre vegetali utili a equilibrare il livello di zuccheri nel sangue, per cui funzionali nel contrastare patologie come il diabete. Grazie alla presenza di elementi nutritivi aiutano anche a stabilizzare il livello di colesterolo nel sangue.
Possono essere mangiate sia fresche che secche. Uno degli abbinamenti migliori è quello con la cicoria, altra verdura di stagione. Possono essere entrambe stufate, oppure i sapori si possono amalgamare con un purè di fave secche e delle cicorie lessate.

Fave

Asparagi
Ricchi di acido folico, vitamina A, B e C e sali minerali, sono la verdura ideale per chi non vuole assumere molte calorie: per 100 gr contengono circa 25kcal. Possono essere di varie dimensioni e colori, abbiamo gli asparagi selvatici che si possono cogliere nei boschi dal colore verdognolo e viola e di dimensioni strette e lunghe o corte, o anche gli asparagi bianchi di dimensioni più importanti.
Hanno azione diuretica e aiutano a eliminare i liquidi in eccesso.
Possono essere lessati in acqua e aggiunti a un uovo per creare la famosa ricetta dell’uovo alla Bismarck. Nota importante: il liquido di cottura degli asparagi può essere bevuto, è un ottimo diuretico e disintossicante.

asparagi

Carciofi
Sono alimenti quasi miracolosi
per via degli elementi benefici che contengono e delle funzioni dell’organismo che riescono a stimolare. Sono una fonte importante di calcio, ferro, magnesio, potassio e non solo.
Sono utili per disintossicare il corpo, hanno effetto diuretico e protettivo per il fegato.
Possono essere preparati in svariati modi: gratinati in forno, stufati in padella o anche con la pasta.

Carciofi

Finocchi
Sono ricchi di sali minerali, potassio, ferro, calcio e di molte fibre. Contengono vitamina A, B, C. Hanno molte proprietà benefiche e aiutano a regolare l’assetto ormonale femminile e a ridurre i disturbi legati al ciclo mestruale. Inoltre, favoriscono la digestione e aiutano a eliminare i gas in eccesso nello stomaco e intestino.
Possono essere consumati anch’essi in svariati modi, sia crudi che cotti.

finocchi

Piselli
Sono molto simili alle fave e, come questi legumi in baccello, contengono quasi tutti gli stessi elementi: ferro, magnesio, calcio, potassio. Sono ricchi di acqua e poco calorici, per cui sono utilizzati per le diete dimagranti. Aiutano ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue e sono indicati per combattere la stitichezza.

piselli

Cime di rapa
Ricche di acido folico, hanno proprietà disintossicanti e contengono antiossidanti e proteine e vari tipi di vitamine come A, B2 e C. Con le cime di rapa è possibile fare il pieno di ferro e depurarsi.
Possono essere consumate nella tradizionale ricetta pugliese con le orecchiette (ma anche qualsiasi altro tipo di pasta va bene), oppure semplicemente sbollentate con un giro di olio e limone.

Cime di rapa

Cavolfiore
Come le fave e i piselli, contiene magnesio, potassio, calcio, ferro ed è riconosciuto per le sue proprietà disintossicanti, antibatteriche e antinfiammatorie. Ha anche il pregio di poter regolare i livelli di zuccheri nel sangue. Spesso viene usato come verdura all’interno delle diete dimagranti per il suo basso potere calorico. Può essere consumato semplicemente sbollentato con olio e limone, oppure con la pasta come le cime di rape.

cavolfiore