Queste giovani artiste realizzano i loro corti animati tutti a mano

Queste giovani artiste realizzano i loro corti animati tutti a mano

Il mondo dell’animazione negli ultimi anni è stato letteralmente dominato dai computer. La computer grafica ha permesso di accelerare i tempi di realizzazione di un film e di semplificare la creazione di scenografie e personaggi.

Dentro questo grande mondo ce n’è un altro però, molto più piccolo che sopravvive: quello dell’animazione realizzata a mano. Un modo diverso di lavorare, più faticoso, più duro e creativo che trasforma gli artisti in veri e propri artigiani.

La redazione della rivista Monocle è andata a vedere nel dettaglio come si lavora dietro le quinte di questa splendida arte, raccontando il lavoro di tre artiste europee dagli stili molto diversi.

Vediamo prima di tutto il lavoro dell’olandese Vera van Wolferen. Le particolarità della sua tecnica a mano sono la pazienza e la cura con le quali realizza i suoi cortometraggi. Per una sequenza di anche solo pochi minuti, Vera lavora ore e ore, spostando manualmente i suoi personaggi passo dopo passo, creando di volta in volta il suo mondo.

Lucie Sunková viene invece dalla Repubblica Ceca, un paese che vanta una solida tradizione di animazione. Lucie realizza le sue opere su vetro, dando ai suoi personaggi un aspetto magico, leggero. Anche il lavoro di Lucie è duro e necessita di tempo. Purtroppo però, non soltanto in Repubblica Ceca, i cortometraggi non sono trasmessi al cinema per il grande pubblico, ma vengono proiettati soltanto durante i festival per un gruppo ristretto di persone. Lavoro che non raggiunge il pubblico che merita.

Infine parliamo della pluripremiata artista inglese, Daisy Jacobs. I suoi lavori sono un mix di collage, arte pittorica e oggetti 3D. Per un solo corto, Daisy lavora mesi e mesi, aiutata anche da un assistente che muove i suoi personaggi. La sua arte è difficile da definire, nel video qui sotto puoi vedere un assaggio di tutto il lavoro che c’è dietro le quinte per realizzare anche soltanto il movimento di un braccio.

Immagine via YouTube