Questa libreria vende i libri incartati per non farli giudicare dalla copertina

Questa libreria vende i libri incartati per non farli giudicare dalla copertina

Un libri che ha ispirato un bel film, un Premio Strega, un altro che magari hai fatto finta di aver letto durante una cena. Nella tua libreria ci sarà sicuramente almeno uno di questi libri.

Altri libri, poi, potresti averli scelti dopo essere stato attratto da una bella copertina.

Il più delle volte ti sarà andata bene, ma ti è mai capitato che dietro a una bella copertina non si nascondesse proprio un buon libro?

Per ovviare a questo problema, l’Elizabeth’s Bookshop, una catena di librerie indipendenti australiana, ha deciso di incartare i propri romanzi, raccolte di poesie e saggi in modo tale da valorizzarne esclusivamente il contenuto.

Dato che autore, titolo e trama non sono mai dati a sapersi, per avere un piccolo indizio sui testi i clienti possono solo leggere una frase sull’involucro marrone che ne descrive semplicemente l’essenza.

Partito dalla libreria di Newton, il progetto Blind date with a book, appuntamento al buio con un libro, si è presto diffuso in tutta l’Australia. La direttrice della catena di librerie, Melanie Prosser, ha spiegato che l’iniziativa era partita proprio per “incoraggiare le persone a uscire dalla propria comfort zone letteraria” e smettere di giudicare un libro solo in base alla copertina.

A dirla tutta, la responsabilità della scelta deli libri da incartare è a discrezione dello staff delle librerie. Quindi, visto che secondo la Prosser scegliere un libro al buio “è un bellissimo regalo che ti solleva da ogni responsabilità,” almeno sapresti almeno per una volta su chi scaricare eventualmente la colpa.