La biblioteca portatile del Seicento che somiglia a un Kindle

La biblioteca portatile del Seicento che somiglia a un Kindle

Da quando sono nati gli e-book reader, sono cambiate gradualmente anche le abitudini di alcuni fra i lettori più accaniti. Il motivo è rintracciabile nella capacità di questi piccoli lettori elettronici di memorizzare al loro interno centinaia di libri, pagina per pagina. Al di là della diatriba coi puristi della carta, infatti, è indubbio che potersi portare una vera e propria libreria, senza sentire il peso di diversi volumi dentro la borsa, ha i suoi vantaggi.

Ma siamo sicuri che l’idea di una “biblioteca portatile”, con le dovute differenze, non sia venuta a qualcuno prima dell’avvento di Kindle, Kobo e simili? A ricordare che la voglia di portarsi sempre dietro più volumi possibile è sempre esistita, è stata la biblioteca dell’università di Leeds (Regno Unito), al cui interno è custodito un particolare cimelio, rigorosamente analogico, risalente al XVII secolo.

Si tratta della Jacobean traveling library (Biblioteca da viaggio Jacobean): una raffinata custodia in legno realizzata per ospitare una collezione di libri in miniatura. Secondo l’università di Leeds, l’innovativo oggetto venne commissionato nel 1617 da William Hakewill, avvocato e membro del parlamento britannico—il quale lo donò a un amico il giorno di capodanno.

Nello specifico la custodia, dalle fattezze di un grande libro, ospita ben 50 libriccini. “È essenzialmente un lettore e-book del XVII secolo, alla stregua di un Kindle”, ha dichiarato Stella Butler, a capo della biblioteca dell’università di Leeds.

biblioteca portatile

Ma con cosa fece riempire William Hakewill questo grande “cesto regalo”? Ovviamente con grandi classici, tra cui spiccano i nomi degli immortali del passato (Ovidio, Seneca, Cicerone e Virgilio).

Inoltre, c’è da precisare però che questa non era l’unica “libreria da viaggio” che Hakewill fece realizzare. Nel corso degli anni, infatti, ne commissionò molte altre. Attualmente, le altre tre Jacobean traveling library ancora esistenti sono conservate presso la British Library di Londra, la Huntington Library di San Marino in California e il Toledo Museum of Art nell’omonima città in Ohio.

Per renderti conto dell’effettiva grandezza della “libraria portatile”, ti consigliamo di vedere queste foto che ha pubblicato qualche tempo fa il Daily Mail.

Immagini | Copertina | 1