Edgar Degas, il pittore impressionista che dipingeva le ballerine

Edgar Degas, il pittore impressionista che dipingeva le ballerine

Associare un’opera d’arte al suo autore non è sempre automatico, soprattutto per chi non si occupa d’arte. Tranne nel caso di Edgar Degas, l’artista impressionista conosciuto da chiunque come il “pittore delle ballerine“.

[advertise id=”hello-amazon”]

Degas nasce nel 1834 in una delle famiglie più ricche di Parigi. La madre dirige una fabbrica di cotone, il padre è banchiere. Tanto che i suoi, consci delle inclinazioni artistiche del figlio, gli allestiscono un atelier in casa e lo convincono a intraprendere gli studi presso la Scuola di Belle Arti di Parigi. Degas la frequenta per poco, e subito dopo decide di partire per l’Italia: un viaggio che dura ben quattro anni, dal 1856 al 1860, e che gli permette di ampliare il suo bagaglio culturale.

Al suo rientro, avviene al Louvre l’incontro con Manet, il quale lo convince a entrare a far parte degli impressionisti. Nonostante faccia parte del gruppo, Degas rifiuta però di dipingere en plein air.

L’impressionista, infatti, preferisce dipingere in spazi chiusi, da angolazioni insolite, e con pennellate fluide. Questo perché ama prima dipingere ogni soggetto singolarmente nel suo atelier, e poi ricreare situazioni corali in dipinti definitivi.

degas 1

Oltre a dipingere le sue fortunate ballerine (un amore per la danza oggi ricambiato con un tutù che ha preso il suo nome), Degas si dedica molto anche a fantini, cavalli e ippodromi. Nel complesso sono questi i suoi soggetti prediletti. Il motivo? L’artista impressionista è—un po’ come i futuristi—attratto dalla gestualità e il movimento in generale.

A differenza di molti altri impressionisti, però, Degas si dedica anche alla scultura. Tra le sue opere, la più nota è sicuramente “Danzatrice quattordicenne”. Realizzata nel 1881, e presentata a una delle sette mostre organizzate dal collettivo impressionista, la statua inizialmente viene molto criticata sia per la magrezza del soggetto che per la commistione dei “troppi materiali” utilizzati—dai capelli veri alla stoffa utilizzata per il vestito. L’opinione a riguardo, oggi, è decisamente cambiata: esposta al Musée d’Orsay di Parigi, infatti, “Danzatrice quattordicenne” è considerata una delle prime opere che ha dato il via alla scultura in chiave moderna.

degas 1

Nonostante qualche intoppo di percorso, nell’ultima fase della sua vita, Degas è ormai un pittore affermato e amato. Le sue opere vengono esposte nei più grandi musei di Parigi, Londra, New York. Eppure, un grave problema alla vista e la morte dell’amato amico Manet lo portano a ritirarsi a vita privata fino al 1917, quando muore all’età di 83 anni, dopo una vita piena di successi.

Immagini | Copertina | 1 | 2