La casa costruita con 12.000 bottiglie di champagne

La casa costruita con 12.000 bottiglie di champagne

A Chelyabinsk, in Russia, c’è una casa ispirata al palazzo del mago di Oz. L’ha costruita Hamidullah Ilchibaev, un padre di 52 anni, per mantenere la promessa che aveva fatto al figlio.

La casa di questo padre russo è fatta quasi interamente di 12mila bottiglie di champagne.

A Hamidullah è sempre piaciuto costruire oggetti originali partendo da bottiglie vuote di birra e di vodka. I suoi due figli lo ammiravano molto per le sue opere e lo incoraggiavano a costruire una casa. Ma a quel tempo Hamidullah credeva che l’impresa sarebbe stata impossibile.

Quando il suo secondogenito è morto tragicamente a soli 18 anni, Hamidullah ha deciso di rimboccarsi le maniche e costruire la casa in memoria del figlio, dedicando i tre anni successivi a quell’unico obiettivo.

Ha raccolto più di 12mila bottiglie vuote in giro per il Paese.

bottiglie pezzo

Alcune bottiglie le acquistava a un rublo l’una, le altre gli venivano regalate dai bar e dai ristoranti commossi dal motivo della sua impresa.

Per rendere uniforme il suo lavoro ha dovuto imparare a usare un tagliavetro. Un lavoro che richiedeva la massima precisione e perfezione nel taglio, tanto che oggi è diventato un mastro vetraio in grado di notare la minima differenza tra una bottiglia e l’altra.

La tecnica non è molto diversa da quella delle normali case di mattoni. Le bottiglie, separate da un piccolo spazio, vengono cementate da un materiale coesivo che rende le pareti solide.

La casa è resistente e “intelligente”. Hamidullah l’ha infatti costruita in modo che se una delle bottiglie si rompe può essere facilmente sostituita da un’altra.

Il costo complessivo è cinque volte più basso rispetto a una casa normale, ma per Hamidullah non è mai stata una questione di soldi.

Immagini via rg.ru