Cinque citazioni sbagliate nella storia dell'arte

Cinque citazioni sbagliate nella storia dell'arte

Abbiamo una citazione buona per ogni occasione. Per dare più autorevolezza al discorso, per coinvolgere di più il nostro interlocutore, o per trarre ispirazione. Abbiamo dato una letta a quelle più belle per quanto riguarda la bici; o gli aforismi che ti fanno venir voglia di indossare delle scarpe da ginnastica e correre.

Ci sono quelle nascoste all’interno dei film, come ad esempio nelle pellicole di Tarantino; quelle dei grandi pittori fotografi. E poi ce ne sono altre, che sono tante, tantissime: quelle sbagliate. Aforismi o che non sono mai stati pronunciati da quegli artisti o formulati in altra maniera.

Le citazioni sbagliate riguardano tutti, e hanno coinvolto anche la storia dell’arte. Prendendo spunto dal lavoro del giornalista Ian Shank per la rivista “Artsy”, abbiamo voluto raccontare la storia di cinque citazioni sbagliate.

Nel futuro tutti saranno famosi per 15 minuti – Andy Warhol

È una delle frasi più celebri di Andy Warhol, e dell’arte contemporanea in generale. Ogni occasione è buona per tirarla fuori dal nostro repertorio di citazioni e descrivere il mondo che ci circonda. Ma siamo sicuri che sia stata formulata in questo modo?

Blake Gopnik è un critico d’arte e in un articolo pubblicato su Independent ha provato a fare chiarezza. La frase compare nella seconda metà degli anni ’60, nel catalogo di una mostra di Warhol in Svezia, nel 1968.

Il fotografo Nat Finkelstein, però, ha dichiarato che in origine la frase di Andy non era così: “Andy un giorno mi disse: ‘Tutti vogliono diventare famosi’ e io gli risposi: ‘sì, per 15 minuti’”. Warhol avrebbe quindi fatto sua l’aggiunta di Nat.

Gopnik ha anche scoperto che il direttore della mostra in Svezia non era sicuro al 100% della paternità della frase: “Anche in caso non l’avesse detta lui”, si è detto: “di certo è una frase che avrebbe potuto dire. Quindi inseriamola”.

warhol, citazioni, arte

I bravi artisti copiano, i grandi artisti rubano – Pablo Picasso

Questa citazione è stata attribuita a tanti artisti, cambiando di volta in volta. In un saggio del 1929 il poeta T.S. Eliot ha scritto: “I poeti immaturi imitano, quelli maturi rubano”. Il pianista russo Igor Stravinsky avrebbe invece detto: “Un bravo compositore non imita: ruba”, e qualcosa di simile anche lo scrittore americano William Faulkner. Ad attribuirla anche a Picasso sarebbe stato l’ex CEO della Apple, Steve Jobs, negli anni ’80.

picasso, citazioni, arte

Preferisco morire di passione che di noia – Vincent van Gogh

Dalla fitta corrispondenza epistolare tra Vincent e suo fratello Theo, centinaia di lettere, sono state estrapolate tantissime fortunate citazioni: come ad esempio, “faccio sempre quello che non so fare per imparare a farlo”; “Le grandi cose non sono fatte d’impulso, ma attraverso una serie di piccole cose messe insieme”; “Non c’è niente di più artistico che amare gli altri”. Tra queste c’è anche “preferisco morire di passione che di noia”, che Vincent scriveva il 2 ottobre del 1884. In realtà, si trattava di una citazione di Émile Zola, grande scrittore francese.

vincent van gogh, citazioni, arte

Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev’essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io – Frida Kahlo

Citazione tra le più recenti e fortunate attribuite a Frida Kahlo anche se non è mai stata pronunciata dall’artista messicana. La sua storia è molto curiosa. Ad averla scritta è stata una ragazza di 15 anni, nel 2008, chiamata Rebecca Katherine Martin. Il 16 marzo di quell’anno inviò al sito Post Secret (una piattaforma che raccoglieva collage di immagini artistiche e segreti anonimi degli utenti), ma il contributo di Martin era talmente riuscito che divenne virale su internet. Troppo tardi per fermarne la diffusione.

kahlo, citazioni, arte

La semplicità è la suprema sofisticazione – Leonardo da Vinci

Garson O’Toole è un appassionato di citazione, nonché fondatore di Quote Investigator un sito che si occupa di tracciare l’origine degli aforismi. Garson ha scoperto che la nota citazione attribuita a Leonardo è stata formulata dalla scrittrice e ambasciatrice statunitense Clare Boothe Luce nel 1931. È stata associata a Leonardo per colpa di un imprenditore italiano nel 2000 che l’ha confusa per una campagna pubblicitaria pubblicata, a più pagine, sul prestigioso New Yorker.

leonardo, citazioni, arte

Immagini | Copertina |1|2|3|4|5