Cinque libri tra i meno amati dai lettori

Cinque libri tra i meno amati dai lettori

Ti è mai capitato di discutere sulla qualità di un libro con un amico? E di avere dei pareri completamente discordanti? Per quanto alcuni libri siano entrati tra i grandi classici della letteratura mondiale o diventati estemporaneamente best seller di fama internazionale, non è detto che a tutti possano essere piaciuti.

È una questione abbastanza democratica. Proprio per questo motivo, il sito culturale Bookriot ha chiesto ai suoi lettori di votare, tra 747 libri, i tre che hanno meno amato o proprio detestato. Alcuni titoli non sono stati nemmeno presi in considerazione, ma altri hanno ottenuto una certa “unanimità popolare“. Ecco quindi, i 5 libri meno apprezzati dai lettori di Bookriot.

Moby Dick

Al quinto posto troviamo il romanzo considerato l’emblema del Rinascimento Americano, una corrente di pensiero che si basava sull’amore incondizionato per la propria nazione. Pubblicato la prima volta nel 1851 e inizialmente accolto tiepidamente dal pubblico, il libro di Herman Melville racconta della “battaglia” tra il capitano Achab e la “balena bianca”, dell’uomo contro la Natura.

Il grande Gatsby

Al quarto posto, troviamo il libro considerato l’autobiografia spirituale di Francis Scott Fitzgerald: il grande Gatsby. Pubblicato nel 1925, il romanzo è il ritratto della vita borghese degli americani dell’età del jazz, tra eccessi, alcolismo e amori tragici.

Cinquanta sfumature di grigio

Al terzo posto troviamo un libro recente: Cinquanta sfumature di grigio. Scritto da E.L. James è uno dei testi più discussi negli ultimi anni nel panorama editoriale. Nonostante in molti non apprezzino il contenuto del libro, l’intera trilogia­—il secondo libro si intitola Cinquanta sfumature di nero, il terzo Cinquanta sfumature di rosso—ha venduto oltre 125 milioni di copie in più di 50 Paesi.

Il giovane Holden

Al secondo gradino del podio troviamo il libro più noto della produzione di J.D. Salinger, all’anagrafe Jerome David Salinger. Pubblicato nel 1951, Il giovane Holden racconta il susseguirsi degli eventi che accadono nell’arco di un weekend a un ragazzo, dopo che ha deciso di mollare l’istituto dove studiava. Nel frattempo, qualcosa lo tormenta. D’altronde, tutta la produzione di Salinger ruota su due temi: il disgusto per la società borghese del suo tempo e il disagio giovanile che ne derivava.

Twilight

Il libro meno amato, però, è tra i best seller recenti: Twilight. Si tratta del primo libro della saga fantasy della scrittrice Stephenie Meyer, pubblicato nel 2005. La tetralogia narra dell’amore adolescenziale, nella grigia Forks, tra Isabella Swan, una ragazza appena trasferitasi in città, e il vampiro Edward Cullen.

Immagine via Youtube