I colori delle scene più famose del cinema

I colori delle scene più famose del cinema

L’avvento del colore nel cinema è stata una conquista molto travagliata. La prima proiezione, in assoluto, di un filmato a colori risale a più di un secolo fa, quando nel 1908, a Parigi, Edward Turner aveva mostrato al mondo come registrare e proiettare filmati a colori. In quella conferenza c’erano anche i fratelli Lumière. Purtroppo Turner morì qualche mese dopo la sua scoperta e non fu in grado di svilupparla. Soltanto dopo la prima guerra mondiale, un’invenzione dell’ingegnere del MIT fece breccia nell’arte cinematografica: il Technicolor.

Questo sistema era tecnologicamente più avanzato rispetto a quello di Turner e si basava su prismi stazionari. Il primo film a essere prodotto con il Technicolor, oggi andato perduto, è il film muto del 1917 The Gulf Between di Wray Bartlett Physioc, uscito nelle sale americane l’anno dopo.

cinema 3

Da quel giorno, attraverso numerosi affinamenti tecnici, i colori hanno cominciato a diventare parte integrante dei film che vediamo oggi normalmente al cinema. I colori sono diventati un modo di raccontare il film: l’atmosfera, le emozioni, il pathos sono anche questioni cromatiche. La cura di questo dettaglio viene percepita prima di tutto dal nostro occhio e poi elaborata razionalmente. Questo rende più indelebile il ricordo che abbiamo di quel film. Ogni colore ci trasmette una sensazione, e ogni combinazione di colori le amplifica esponenzialmente.

cinema 6

I grandi direttori della fotografia sanno quanto sia importante questo aspetto e gli appassionati di cinema sanno cogliere queste sfumature in ogni singola scena. È il caso di questo account Twitter, Cinema Palettes, che attraverso 250 post ha scomposto le scene più famose del cinema mettendo in mostra, con una barra cromatica, tutti i colori che le compongono.

cinema 5

Ci sono i colori netti di Shining di Stanley Kubrick, quelli chiari di Edward – Mani di forbice, il film degli anni ’90 di Tim Burton. Ma anche quelli più recenti, come i colori caldi del deserto di Mad Max: Fury Road  o quelli glam di Grand Budapest Hotel, il capolavoro di Wes Anderson.

cinema 4

Se tra gli oltre 200 film non riuscissi a trovare il tuo preferito puoi sempre “cinguettare” la tua richiesta e aspettare di vederla presto online.

cinema 2

Immagini via Twitter