Come si diventa un astronauta?

Come si diventa un astronauta?

Oggi parliamo del sogno di tutti i bambini: fare l’astronauta. Quando si è piccoli però non si ha bene idea in che cosa consista la preparazione, e diciamo pure che una volta diventati grandi la situazione non migliora.  

Come ci si addestra per andare nello spazio? A spiegarlo ci ha pensato l’astronauta della NASA Dottie Metcalf-Lindenburger. Dottie si è addestrata nel 2005, nel centro Johnson Space di Houston, in Texas.

Se non si è già un pilota bisogna seguire prima di tutto alcune lezioni di teoria sul volo, ha spiegato. Parallelamente, in questa fase, ci si addestra anche in situazioni di emergenza, soprattutto sott’acqua. Incluso un helo dunker, l’ammaraggio degli elicotteri, che bisogna ripetere tre volte, l’ultima bendati.

Dopo aver imparato le tecniche di guida, atterraggio, navigazione comunicazione si passa alle situazioni d’emergenza. L’uso del kit di sopravvivenza (uno specchio, cioccolato, un piccolo contenitore d’acqua, ami, ecc.), insieme alla pratica con il paracadute. È l’addestramento per l’atterraggio di fortuna, quello che speri di non dover eseguire mai.

Il terzo passo consiste nel tornare sui banchi di scuola. Bisogna imparare l’aspetto logistico e come funziona l’ISS, la Stazione Spaziale Internazionale. Contemporaneamente inizia l’addestramento sul T-38. Bisogna accumulare ore di volo. In questa terza fase i futuri astronauti imparano la guida dei veicoli spaziali. Inizia l’addestramento a gravità zero.

Una volta terminate queste tre fasi, dopo circa due anni, si è pronti per andare nello spazio. Ma bisogna aspettare altri anni. Nel frattempo si lavora all’interno della base spaziale, si svolgono attività di manutenzione, di aiuto per altri addestramenti, di ricerca ecc

La cosa più importante da sapere per iniziare questa carriera è essere pronti a passare molto, ma molto più tempo a terra che nello spazio.

“Si trascorrono anni a imparare, allenarsi e simulare“, ha concluso Dottie: “e non potrebbe essere altrimenti. Tutti noi conosciamo il motto latino: ‘Ad astra per Aspera‘ (Sulle stelle attraverso le difficoltà). È perfetto per noi astronauti”.

Immagine via Flickr