Consigli di lettura per le persone che vanno sempre di fretta

Consigli di lettura per le persone che vanno sempre di fretta

La lettura purtroppo non si può definire la nostra attività preferita“. Secondo l’ultima ricerca Istat quasi il 10% delle famiglie italiane non possiede un libro a casa, mentre più del 60% ne ha circa 100. Sono tante le cause che hanno portato a questo declino dei libri, ma ultimamente si sta cercando di porre rimedio attraverso iniziative che possano incentivare la lettura.

Non tutte sono state accolte favorevolmente, come ad esempio quella dei libri distillati. Una delle scuse però più usate da chi non legge è il fatto di non avere tempo. Andare sempre di corsa durante il giorno non aiuta di certo la lettura, ma ci sono alcuni consigli che questo tipo di persone possono seguire. Li ha stilati il sito Bookriot, vediamoli insieme.

Visto il poco tempo dedicato alla lettura è il caso di abbandonare senza sensi di colpa un libro se non ce ne innamoriamo subito. È vero che molti libri non sono un colpo di fulmine ma è altrettanto vero che non c’è niente di male a riporre un libro nella libreria se non ci convince troppo. Lo apriremo più avanti, quando saremo magari pronti.

Leggere durante gli spostamenti è un altro consiglio utile. Sugli autobus ma anche in macchina (ovviamente se non sei tu alla guida) si possono impiegare spazi di tempo che anche se possono sembrarti brevi possono portare alla lettura di molte pagine. È il momento ideale per leggere non soltanto perché si è da soli e non si ha nulla da fare ma perché è un’attività rilassante dopo l’impegno lavorativo della giornata.

lettura

Gli audiolibri in Italia a differenza del cartaceo stanno avendo più fortuna, soprattutto grazie all’impiego nelle registrazioni di attori amati dal grande pubblico. La loro comodità sta nel fatto che si possono ascoltare sempre e ovunque anche quando si cammina, quindi non soltanto durante gli spostamenti con i mezzi pubblici.

Infine, se non sei troppo stanco a fine giornata potresti raggiungere il letto con un libro, una mezz’ora prima della solita ora in cui vai a dormire. Trenta minuti possono essere un tempo sufficiente per leggere un capitolo. L’obiettivo quando si apre un libro non è quello di finirlo nel minor tempo possibile, ma farlo un poco alla volta, giorno dopo giorno, ritardando la sua fine perché ci sta appassionando sempre più.

Immagini via Flickr | 1