La coppia che vive da 45 anni in un villaggio abbandonato

La coppia che vive da 45 anni in un villaggio abbandonato

Sono molti coloro che non amano la vita caotica e stressante delle grandi città: per alcuni di noi vivere in un piccolo centro abitato è sinonimo di pace, riservatezza e tranquillità.

L’esperienza che hanno vissuto due coniugi spagnoli negli ultimi 45 anni, però, è decisamente estrema: per tutto questo tempo hanno abitato da soli in un villaggio completamente abbandonato.

Alla fine della guerra civile spagnola, nel 1936, molti abitanti dei piccoli villaggi sparsi per le zone rurali della Spagna hanno abbandonato le loro case in cerca di lavoro. Pian piano molti centri hanno cominciato a svuotarsi ed è esattamente quello che è successo anche al piccolo villaggio di Juan Martin e Sinforosa Colomer, un paesino a 100 chilometri da Valencia.

Dopo alcuni anni, dei duecento abitanti del villaggio sono rimasti soltanto loro due. Il paese un tempo aveva un municipio, una chiesa e una stazione di polizia . Anche se era un piccolo centro abitativo c’erano una scuola, dei negozi e alcune famiglie. Oggi Juan e Sinforosa hanno deciso di rimanere per vivere il loro amore in solitudine e non abbandonare la terra in cui sono sempre vissuti.

Juan ha 82 anni e Sinforosa 79: vivono coltivando la terra, come hanno sempre fatto, e allevando galline. Conducono una vita semplice, sempre insieme dal mattino alla sera. Si sono conosciuti in una locanda, in un paese vicino, durante una festa. E da allora non si sono più lasciati.

“Mia moglie è nata proprio in questo villaggio, ha sempre vissuto qui. Forse se fosse dipeso solo da me avremmo lasciato questo posto da tempo, ma lei non vuole, e io non posso lasciarla sola. Perché è tutto quello che ho”, ha dichiarato Juan.

Recentemente la loro storia è stata raccontata in un documentario della Jungle In Paris, che ha raccontato la semplice ma impegnativa vita che i due coniugi portano avanti ogni giorno. E che testimonia questo lungo e solitario amore d’altri tempi.

Immagini: Copertina