Crisi di coppia: i 10 sintomi che la storia è al capolinea

Crisi di coppia: i 10 sintomi che la storia è al capolinea

Infelicità, amarezza, insoddisfazione. Molto spesso accade che le relazioni amorose non siano tutte rose e fiori e sfocino in crisi di coppia gestibili, oppure no.
Ma quali sono i sintomi che avvisano che la crisi è dietro l’angolo e nulla è più recuperabile?

Eccone elencati i 10 più plausibili:

1- Sesso

È una parola che è uscita dal vocabolario da qualche mese, oppure si intendono due lingue diverse: l’uno vuole farlo in un modo, l’altro diversamente e si finisce spesso per litigare e abbassare la libido. Ma la passione può calare anche a causa della routine.
A decretare che potete metterci proprio una pietra sopra è la vacanza: se il sesso manca anche quando la coppia vive un luogo estemporaneo, allora siamo al capolinea.

2- Uscite di coppia vs. uscite in gruppo

Stare da soli in due diviene avvilente. Le uscite di coppia cominciano a scarseggiare perché assumono sempre più l’aspetto di un incontro tra due fratelli che si conoscono da una vita, si vedono tutti i giorni e non sanno più cosa dirsi. Vengono sostituite pian piano dalle uscite di gruppo, considerate più entusiasmanti e ricche di stimoli.

3- Più spazi e vita da single

Si cerca ossigeno in spazi che esulano dalla coppia. Ci si dedica ad attività personali e in solitaria perché quelle con il partner sono diventate noiose. Inoltre, aumenta il numero di uscite libere con amici/amiche e si ha voglia di conoscere gente nuova.

4- Progetti aleatori

Convivenza? Non esiste! Figli? Nemmeno a parlarne. I progetti diventano aleatori, e spesso chi ancora è coinvolto si ritrova a pensare a senso unico, ad immaginare una vita insieme ad una persona che non accenna per nulla alla parola “progetto”. Si vive la vita giorno per giorno, senza pensare a un futuro domani insieme. Questo crea insicurezza e crollano anche gli ultimi castelli di sabbia.

5- Liti

Le liti aumentano a dismisura e l’importanza delle motivazioni cala in proporzione.
Le cause futili sono le gocce che fanno traboccare tanti vasi e volare molti piatti. Anche la semplice decisione di cosa vedere in televisione, diviene deterrente per accendere un fuoco e rinfacciarsi quella volta a cena da mamma quando ti sei sentito offeso.

6- Guardarsi intorno

Durante le uscite o la frequentazione di luoghi pubblici si comincia a far girare gli occhi anche a destra e a sinistra e a ritenere interessanti altri uomini o donne che non siano il partner.

7- Ciao ciao mammà

Si diventa sempre più un ricordo in casa dei genitori reciproci, si millantano scuse per evitare di partecipare ad eventi come compleanni, matrimoni e battesimi di familiari per edulcorare la pillola nel caso in cui la coppia dovesse scoppiare.

8- Sopportazione

Non c’è più sostegno, ma sopportazione. Ogni sfogo è visto dall’altro come lamentela non come la ricerca di un appoggio e si avverte sempre più il peso della responsabilità nei confronti dell’altro.

9- Addio compromessi

Se prima non era un peso seguire la partita di calcio con lui, fare shopping con lei, adesso è diventato tutto una pena e si dà ampio spazio ai rifiuti senza problemi di nessuna sorta e senza temere la reazione dell’altro.

10 – Gelosia

E’ uno dei veri segnali che deve farci aprire gli occhi: se da un po’ di tempo il partner gelosone cronico diventa menefreghista, potrebbe esserci puzza di bruciato. E’ consigliabile fare le proprie valutazioni: o ha capito che la gelosia non porta da nessuna parte (caso rarissimo), oppure l’interesse per voi è scemato e il capolinea è dietro l’angolo.