Qualche curiosità sui Medici prima di vedere la serie TV

Qualche curiosità sui Medici prima di vedere la serie TV

La serie tv de “I Medici” trasmessa in chiaro su RaiUno sta riscuotendo un sorprendente successo da parte del pubblico. Le prime puntate hanno raggiunto quasi il 30% di share. La prima stagione sta volgendo al termine, martedì 8 novembre andranno in onda le ultime due.

Le puntate si possono tutte rivedere in streaming su Raiplay. Non sono mancate le critiche però, soprattutto riguardo all’attendibilità storica, che non hanno però intaccato il buon prodotto firmato Rai. Il suo successo è inolte un segno importante che anche il grande pubblico si sta finalmente appassionando al format seriale (anche grazie al contributo di Gomorra).

Qui di seguito abbiamo raccolto alcune curiosità su alcuni esponenti della dinastia Medici che faranno sicuramente al caso tuo se stai seguendo la serie in televisione, altrimenti potrebbero aiutarti ad appassionarti alle loro vicende se ancora non hai cominciato.

Cosimo II de’ Medici

Vissuto tra il 1590 e il 1621, Cosimo II aveva un “professore di ripetizioni” davvero speciale: Galileo Galilei. Il grande scienziato pisano era il suo “tutore di matematica” e venne nominato da Cosimo II “primo professore di filosofia e matematica” a Pisa. Cosimo II fu il suo patrono e Galilei per ricambiare i favori e l’onore gli dedicò il “Sidereus Nuncius” e battezzò quattro lune di Giove appena scoperte come le Stelle Medicee.

Cosimo il Vecchio

Conosciuto come “il padre della patria”, fu uno degli uomini più ricchi della sua epoca. Grande amante delle arti, sotto la sua ala protettrice accolse i più grandi artisti del tempo: architetti, scultori e pittori tra cui Donatello e Beato Angelico.

Lorenzo il Magnifico

Lorenzo non ha bisogno di presentazioni, è stata una delle persone più raffinate della storia d’Italia. Pur vivendo una vita breve, morì qualche mese prima della scoperta dell’America, fu appassionato conoscitore d’arte e di lettere, mecenate, statista ed egli stesso poeta. Tra i suoi versi più famosi ci sono sicuramente questi: “Quant’è bella giovinezza che si fugge tuttavia! Chi vuol esser lieto sia: di domani non c’è certezza”.

Lorenzo_de'_Medici-ritratto

Leone X

È stato il primo papa di casa Medici, portando così il nome (e il potere) della famiglia da Firenze a Roma. Anche Giovanni è stato un grande cultore e amante dell’arte (era amico di Michelangelo) e così il suo pontificato si contraddistinse per magnificenza e sfarzo. Tanto che il cinquecento viene ancora oggi detto il “secolo di Leone X”.

Lorenzo di Piero de Medici, Duca di Urbino

È lui, e non Lorenzo il Magnifico come qualcuno potrebbe pensare, il Principe a cui Machiavelli ha dedicato la sua famosissima e omonima opera. Il potere dei Medici con lui supera anche le frontiere italiane. È stato infatti il padre di Caterina che diventerà la regina di Francia.

Immagini via Wikipedia