Cyrano de Bergerac, versi e spada al servizio dell'amore autentico

Cyrano de Bergerac, versi e spada al servizio dell'amore autentico

Cyrano de Bergerac è una commedia in cinque atti, scritta dal drammaturgo francese Edmond Rostand nel 1897. L’opera è stata tradotta, adattata e interpretata innumerevoli volte: Cyrano è uno dei personaggi più conosciuti e amati del teatro. La sua geniale temerarietà, la drammaticità e la fierezza, sono doti che descrivono una vita vissuta pericolosamente, all’insegna del non piegarsi mai alla mediocrità e alle convenienze, costi quel che costi. Cyrano per questo è un autentico eroe romantico e al contempo un personaggio straordinariamente moderno.

un bacio è un apostrofo rosa tra le parole t’amo*

L’opera è ispirata alla figura storica di Savinien Cyrano de Bergerac, uno dei più estrosi scrittori del seicento francese, precursore della letteratura fantascientifica. Uno scrittore dalla vita avventurosa, proprio come in un romanzo. Fu un cadetto molto colto delle Guardie francesi, la cui fama era leggendaria grazie alle varie missioni portate a termine, come quella di aver affrontato da solo cento uomini armati. Spadaccino e militare, furono tante le sue imprese valorose nella Francia dei cardinali Richelieu e MazzarinoCalvino nella sua celebre opera Lezioni Americane, incontra l’amato scrittore Cyrano de Bergerac. Lo definisce precursore della fantascienza, dalle grandi qualità intellettuali e poetiche.

La trama dell’opera di Cyrano de Bergerac di Rostand

Lontan da questo mondo cupo, plebeo, bugiardo,
esisterà un paese per cuori di riguardo.
Lontan da questo mondo amaro e senza amore
esisterà un paese per l’altro nostro cuore.

La storia di Cyrano è cosa nota. Ambientata nella metà del ‘600, la commedia fu rappresentata per la prima volta a Parigi nel 1897, ottenendo subito un grandissimo successo. Cyrano de Bergerac, soldato, poeta e spadaccino, è un giovane con un grosso naso ingombrante, che sembra una deformità. A causa di questo difetto si è convinto che nessuna donna potrà mai amarlo e, per compensare questa mancanza, è diventato molto abile con la spada e nel comporre versi. Cyrano ha una cugina, Rossana, molto corteggiata, di cui anch’egli è invaghito profondamente. Un giorno Cyrano riceve un messaggio dalla cugina per un appuntamento segreto e si convince che lei voglia confessargli il suo amore. Ma invece Rossana è innamorata di un altro giovane, il cadetto Christian de Neuvillette, con cui però non ha mai parlato.

In nome della loro amicizia, Rossana chiede a Cyrano di aiutarla a conquistarlo. Cyrano mette da parte i suoi sentimenti e dice di volerla aiutare. Da quel momento egli offre la sua capacità poetica a Christian, scrivendo per lui ogni giorno una lettera destinata a Rossana. Addirittura una notte, sotto il balcone della giovane, Cyrano fa da suggeritore a Christian e poi, favorito dall’oscurità, si ritrova lui stesso a parlare d’amore fingendo di essere l’amico. Poco dopo, però, scoppia una guerra e i due soldati vengono mandati al fronte.

Avverrà domani, beneamata. Ho il cuore ancora pieno d’anima inappagata, e muoio, e mai più, mai i miei occhi assetati, i miei sguardi che voi invano dissetavate, carezzeranno al vol i gesti che voi fate. Ne rivedo uno che vi è molto familiare: quel toccarvi la fronte, e io vorrei gridare e grido addio, mia cara mia carissima, mio tesoro mio amore. Il cuore mio giammai vi abbandonò un secondo, e io sono e vi sarò, fino nell’altro mondo, colui il quale vi amò immensamente.

Cyrano continua a scrivere lettere d’amore sotto il nome di Christian e Rossana, ormai perdutamente innamorata, non resiste a sapere il suo amore così lontano e si reca in segreto nella zona dove infuria la guerra. Questo gesto convince Christian che siano state le lettere, e quindi le parole d’amore di Cyrano, ad aver fatto innamorare la giovane e insiste perché l’amico confessi tutto alla ragazza. Prima che Cyrano possa farlo, però, Christian viene ferito a morte e Cyrano compie un ultimo gesto di amicizia sussurrando all’orecchio dell’amico morente di aver raccontato tutto e che Rossana aveva confermato l’amore per Christian.

Un bacio, dopo tutto cos’è?
Un giuramento fatto un po’ più da vicino, una promessa
più precisa, il sì ad un assenso,
un punto rosa sulla i di amor mio; *
un segreto confidato alla bocca invece che all’orecchio,
un istante d’infinito che fa il ronzio d’ape,
una comunione che ha il gusto del fiore,
un modo per respirarsi un poco il cuore,
e un po’ gustarsi, a fior di labbra, l’anima!

*Nell’originale, la frase suona così: “E’ un puntino rosa sulla i del verbo aimer”. Come spiega Bruno Osimo nel libro “Manuale del Traduttore“: “Trovandosi di fronte al verbo amare senza la i, il traduttore è stato costretto a cercare una soluzione alternativa, e ci è riuscito, riscuotendo con questa frase molto più successo del primo autore. “

Dopo la morte di quello che crede il suo appassionato amante, Rossana si chiude in un convento e per molto tempo, Cyrano si reca da lei ogni sabato per farle visita. Un pomeriggio cade in un’imboscata, e viene ferito gravemente. Nonostante questo riesce ad arrivare al convento dove Rossana gli chiede di leggere l’ultima lettera scritta da Christian, ma Cyrano, ferito e frastornato, si confonde e invece di leggere, recita la lettera a memoria. Solo allora Rossana si rende conto che è lui l’uomo che le ha sempre scritto quelle bellissime parole, la persona che l’ha fatta innamorare.

La fortuna dell’opera

Perché Cyrano de Bergerac ha riscosso tanto successo? Perché è una delle vicende d’amore più belle e autentiche che sia mai stata raccontata, la storia di un amore romantico e impossibile, così grande che Cyrano rinuncia al suo stesso amore per rendere felice Rossana. Il destino non sempre esaudisce il desiderio delle persone e introduce a volte veri e propri colpi di scena. Per Cyrano e Rossana la felicità anche se è a portata di mano, non è mai raggiunta e il loro grande amore resta soltanto e sempre un sogno. Cyrano è un eroe romantico, dai grandi ideali e dai profondi sentimenti, che ama Rossana più della sua stessa vita. Insomma un personaggio leale, un poeta soldato dai grandi valori.

Per approfondire: puoi acquistare l’ebook e leggere un’anteprima di Cyrano de Bergerac, edizioni Feltrinelli, qui. Se ami il personaggio di Cyrano, non puoi perderti il famosissimo film con Gérard Depardieu del 1990. Presentato in concorso al Festival di Cannes, valse a Depardieu il premio per la migliore interpretazione maschile. Fu candidato all’Oscar al miglior film straniero.

Cover: il tenore Placido Domingo nell’opera Cyrano de Bergerac (PIERRE VERDY/AFP via Getty Images)