Due matematici hanno trovato il personaggio chiave di Game of Thrones

Due matematici hanno trovato il personaggio chiave di Game of Thrones

Ormai le serie stanno diventando qualcosa di molto più grande di un semplice spettacolo televisivo. La complessità e profondità delle trame, i soldi di budget che vengono messi a disposizione per le loro realizzazioni, l’accoglienza di pubblico, stanno trasformando completamente il modo in cui guardiamo queste opere, che stanno diventando sempre più simili a grandi eventi cinematografici.

La serie più vista del momento, che sta dominando il panorama mondiale da qualche anno, è sicuramente Game of Thrones frutto della mente di George R.R. Martin. La sua fama ha raggiunto addirittura i dipartimenti di matematica delle università.

Andrew Beveridge, professore associato di matematica al Macalester College e Jie Shan, suo assistente ricercatore, hanno sviluppato uno studio statistico matematico su quale personaggio di Game of Thrones sia il più influente nella saga: il personaggio chiave

Da qui in poi attenzione a leggere: spoiler. Secondo il grafico stilato dai due matematici fino alla quinta stagione i personaggi che hanno più influenza e legami con altri minori sono Tyron Lannister e Jon Snow. Sansa Stark segue subito dietro. È lei, la figlia maggiore della dinastia degli Stark che nella sesta stagione, secondo le previsioni statistiche, sarà al centro della scena. Anche se con Martin, non si sta mai tranquilli, visti i frequenti colpi di scena.

Sansa, da un po’ di tempo, è rimasta in disparte sulla scena, ma anche la sua funzione di testimone (costretta a sposare Tyron, accusata dell’assassinio di Joffrey ecc.) è decisiva ai fini della storia.

Per ora sono solo supposizioni, dobbiamo aspettare il 24 aprile, soltanto allora potremmo sapere se le parole di Lord Baelish alla ragazza diventeranno realtà: “Sei stata una spettatrice della tragedia dal giorno dell’esecuzione di tuo padre. Ora basta. Non c’è giustizia nel mondo, a meno che non ce la facciamo noi. Amavi la tua famiglia: vendicala.”

Immagine via YouTube