L'incredibile scatto dell’eruzione del vulcano Fuego in Guatemala sotto la Via Lattea

L'incredibile scatto dell’eruzione del vulcano Fuego in Guatemala sotto la Via Lattea

Per quanto osservare una fotografia sia qualcosa di piuttosto immediato, dietro a uno scatto può esserci molta più preparazione di quel che si possa pensare. Magari una fotografia può essere pensata per qualche giorno prima di essere scattata, o magari per anni. Una via di mezzo tra le due tempistiche è data da un incredibile scatto di un vulcano in eruzione che il fotografo Albert Dros ha programmato per più di un mese prima di effettuarlo.

[advertise id=”hello-amazon”]

Albert Dros è un fotografo di 31 anni, appassionato di paesaggistica, che ha realizzato diversi lavori per testate come “il Time, l’Huffington Post, il Daily Mail, il National Geographic e altre”, come si può leggere nella sezione about del suo sito personale.

Sempre sul suo sito, Dros è solito spiegare nel dettaglio la realizzazione dei suoi scatti più “pazienti”. Per esempio, ultimamente ha illustrato come ha realizzato un magnifico scatto di una distesa di tulipani nei Paesi Bassi in condizioni atmosferiche particolari, oppure i trucchi per ottenere il miglior scatto possibile con tempi d’esposizione molto lunghi.

Sorry for the lack of activity lately. I was in Guatemala with no laptop, shooting the Fuego volcano. I got a lucky night with lots of activity. This is a shot from right before sunset. Seeing an active volcano erupt is one of the most beautiful things in nature I have ever seen. Truly spectacular. I will upload the night shots with lava later :) Shot with the new Sony 85mm 1.8 lens. . . . . . . . . #natgeo #discoverglobe #bestintravel #guatemala #volcano #globalcapture #epic_captures #jaw_dropping_shots #sunset_vision #nature_perfection #rsa_sky #awesomeearth #awesome_earthpix #bestplacestogo #ig_exquisite #ig_sharepoint #awesomeglobe #destionationearth #igersmood #magicpict #bestintravel #amazing_pictures #earthlandscape #ourplanetdaily #sonyalpha

A post shared by Albert Dros (@albertdrosphotography) on

Per quanto riguarda nello specifico lo scatto del vulcano, invece, la sua storia inizia precisamente quando Dros riceve una foto del vulcano dal fratello in vacanza in Guatemala. Rimasto colpito, il fotografo inizia a fare ricerche sul vulcano Fuego, sulla sua posizione, sulla possibile prospettiva e sul momento preciso in cui immortalarlo. Per riuscire in tutto questo, decide di usare l’app PhotoPills, perfetta per lo scopo.

Bucketlist shot complete: Erupting volcano with aligned milkyway. Nature is beautiful. This is the Fuego volcano in Guatemala as seen from the Acatenango volcano. Hike was pretty tough and we stayed overnight. One of the most beautiful sights in nature I've ever seen. . This shot was extremely difficult to take, making it only possible during very early morning blue hour that gave me some faint light to work with and a 'lucky' eruption. This is a single exposure taken with the Sony A7RII and Sony Zeiss 55 1.8 lens. . Exif: f/1.8 | 10s | ISO 3200 . . . . . . . . . . #allnatureshots #nature_wizards #guatemala, #guatephoto #allyouneedisguatemala #visitguatemala #explorandoguatemala #awesomeearth #awesome_earthpix #bestplacestogo #ig_exquisite #ig_sharepoint #ig_europe #nature_perfection #discoverglobe #awesomeglobe #destionationearth #igersmood #magicpict #bestintravel #amazing_pictures #natureandsweetness #earthlandscape #ourplanetdaily #globalcapture #moodygrams

A post shared by Albert Dros (@albertdrosphotography) on

Alla fine delle sue ricerche, Dros comprende che la notte del 31 marzo sarà il momento perfetto per trovarsi davanti a Fuego per due motivi: innanzitutto perché il vulcano sarà attivo, poi perché sarà possibile anche immortalare la Via Lattea visibile. Con anticipo quindi arriva sul posto, monta la tenda e l’attrezzatura, fa delle prove fino a quando a notte inoltrata—dopo aver pazientato molto—il momento arriva davvero.

Per vedere tutte le fasi di realizzazione della foto e la strumentazione tecnica utilizzata da Dros, qui trovi la sua spiegazione dettagliata.

Immagine di copertina via Instagram