Questo designer ha fatto sorridere i

Questo designer ha fatto sorridere i "seriosi" ritratti fiamminghi

Tendiamo sempre a sfoderare il nostro sorriso migliore quando qualcuno sta per scattarci una fotografia. Il sorriso è l’espressione che più si addice a sancire un bel ricordo di una cerimonia, una festa o un bel viaggio. Se guardiamo al mondo dell’arte, però, ci si accorge che la maggior parte delle espressioni dei soggetti ritratti nel corso dei secoli sono sempre piuttosto seriose.

[advertise id=”hello-amazon”]

Probabilmente questo elemento ricorrente è anche uno dei motivi per cui la “Gioconda” è diventata uno dei dipinti più famosi del mondo. Tra i vari interrogativi sul soggetto per antonomasia di Leonardo Da Vinci, infatti, uno dei più noti ruota intorno all’enigma sul suo raro sorriso che ha spinto gli studiosi a domandarsi se sia davvero autentico o più una suggestione indotta nello spettatore.

Al di là di questo noto caso, a sottolineare la “penuria” di espressioni distese nei musei, ci ha pensato recentemente il designer londinese Olly Gibbs con un tweet diventato in poco tempo virale (è stato condiviso quasi 12mila volte). Ma partiamo con ordine.

Opere arte sorriso FaceApp

La storia è questa: Olly Gibbs e la sua ragazza sono in visita al Rijksmuseum di Amsterdam, famoso per essere uno degli spazi espositivi più completi per chi vuole saperne di più sull’arte fiamminga—sviluppatasi tra il XV e il XVI secolo nelle Fiandre. Dopo aver girato un po’ tra i corridoi del museo, però, Gibbs si accorge che “tutti i soggetti sembrano tristi”. A quel punto, un po’ per gioco, la sua ragazza gli propone una soluzione: FaceApp.

Opere arte sorriso FaceApp

FaceApp è un’applicazione per smartphone che permette di “trasformare” i connotati facciali di un soggetto: una volta scattata una fotografia a un tuo amico, puoi applicare dei filtri che lo renderanno molto più giovane, anziano o con un gran sorriso. Il risultato non è sempre accurato, ma buffo sì.

Opere arte sorriso FaceApp

Come avrai intuito, arrivati a questo punto, Gibbs pensa che l’idea della sua ragazza sia geniale: scatta fotografie ai soggetti che più lo colpiscono, tramite FaceApp aggiunge un bel sorriso, e infine condivide il tutto su twitter.

Opere arte sorriso FaceApp

“Ero un po’ preoccupato di aver fatto un torto a queste opere o di aver ignorato le intenzioni di chi le avesse realizzate, ma sembra che il mio intento genuino sia stato colto,” ha dichiarato Olly qualche giorno dopo. La conferma di queste sue affermazioni è arrivata proprio dall’account twitter dello stesso Rijksmuseum che ha ringraziato il designer per la bella iniziativa.

Opere arte sorriso FaceApp

Ma non è finita qui: Gibbs ha detto che sarebbe felice se qualcun altro replicasse la sua idea durante una visita negli altri musei del mondo. Se vuoi metterti alla prova, quindi, ti consigliamo di scaricare FaceApp. È disponibile sia per Android che iOS.

Opere arte sorriso FaceApp

Immagini via Twitter