L'uomo che grazie alla meditazione ha scalato l'Everest in pantaloncini

L'uomo che grazie alla meditazione ha scalato l'Everest in pantaloncini

Ci sono cose che il corpo umano non è in grado di fare, ma ci sono cose che la mente umana può realizzare. Wim Hof è uno stunt-man olandese, soprannominato “l’uomo ghiaccio“.

Riesce a regolare la sua temperatura corporea grazie alla forza della sua mente. Wim vuole dimostrare che mentre si praticano sport in condizioni estreme, la mente può davvero fare la differenza.

Tra le sue imprese c’è quella di essere rimasto quasi due ore immerso nel ghiaccio, aver scalato l’Everest in pantaloncini corti, aver corso a piedi nudi in Lapponia e nuotato sotto una lastra di ghiaccio.

La chiave per le sue imprese è la meditazione, “Dico alla mia mente di lavorare sul sistema ormonale e così riesco a far produrre alle mie cellule il 300% in più della normale attività metabolica“, ha detto Wim in questo video. “Produco energia e in questo modo mi mantengo caldo”.

Wim tiene anche corsi della sua particolarissima tecnica di respirazione, li puoi trovare qui. Gli scienziati, convinti che la forza di volontà non possa controllare il sistema nervoso, hanno fatto dei test sugli allievi di Wim.

È stato iniettato nei loro corpi un batterio in grado di far ammalare un soggetto minimo per 8 ore. I ragazzi addestrati da Wim sono stati in grado di debellarlo in soli 15 minuti.

La sola esperienza negativa di Wim è stata in Lapponia, mentre correva a piedi nudi sul ghiaccio: al 18esimo chilometro ha riscontrato problemi di circolazione, non riuscendo più a sentire le gambe .

Wim si è cimentato anche con il caldo, correndo una maratona in Namibia senza mai bere. La sua temperatura era costantemente di 37 gradi.

Se sei curioso di provare il metodo di Wim puoi seguire il suo consiglio per cominciare a familiarizzare con il freddo. “Fai una doccia gelida dopo averne fatta una caldissima. Se lo fai di continuo, dopo qualche tempo inizierai a sentire un cambiamento”. Sicuro di farcela?